Artemisia Gentileschi

Artemisia Gentileschi, scoperto un suo dipinto a Londra

La firma di Artemisia Gentileschi, nascosta dagli strati del tempo, riappare in un quadro che ritrae Davide e Golia
artemisia-gentileschi-davide-e-golia

Annoverata fra gli artisti più significativi della stagione barocca, Artemisia Gentileschi sarà una delle protagoniste assolute del 2020. Anche grazie alla mostra che la Nation Gallery di Londra le dedicherà da aprile a giugno. Al suo ritorno di popolarità, si aggiunge un’incredibile scoperta avvenuta proprio in questi giorni a Londra. Il restauratore Simon Gillespie ha riportato alla luce alcuni dettagli nascosti di un celebre dipinto che ritrae Davide e Golia. Attribuito in un primo momento a Francesco Guerrieri, allievo di Orazio, diversi studiosi vi hanno intravisto l’impronta di Artemisia. Offuscata dagli strati del tempo, ecco che appare, infatti, la firma di Artemia Gentileschi, proprio nella spada su cui è appoggiato Davide. Si legge «Artemisia». Lo storico dell’arte Giacomo Papi, che ha firmato l’attribuzione, commenta: «Quello di Londra potrebbe essere addirittura appartenuto alle collezioni di Carlo I».

Artemia Gentileschi e la mostra alla Nation Gallery

La scoperta è avvenuta a poche settimane dall’apertura della grande mostra che la National Gallery dedicherà ad Artemisia. Un’esposizione di grande rilevanza che sta suscitando curiosità e aspettativa fra gli estimatori di Artemisia Gentileschi. Mostra su cui la National Gallery sta investendo parecchio. Nel 2018, il museo di Londra arrivò, infatti, a sborsare 3,6 milioni di sterline, per aggiungere il celebre “Autoritratto come Santa Caterina d’Alessandria” nella sua collezione. A dicembre 2019, sempre la National Gallery ha acquisito anche il “Ritrovamento di Mosè”, dipinto di Orazio, padre di Artemisia. 

Dove si trova il quadro di Artemisia Gentileschi

Nonostante il clamore della scoperta, il dipinto non entrerà nella mostra alla National Gallery, ma sarà visibile nel Simon Gillespie Studio, a Mayfair. L’opera appartiene a un collezionista anonimo e ancora non conosciamo il destino dell’opera. Il quadro di Davide e Golia potrebbe essere ceduto in comodato d’uso a un museo pubblico così da poter essere ammirato da tutti gli amanti di Artemisia. Questo è proprio l’anno di Artemisia Gentileschi. Infatti, oltre alla mostra di Londra, da poco sono state restaurate alcune sue lettere indirizzate all’amante Francesco Maria Maringhi.

 

 

© Riproduzione Riservata