Eventi e cultura

Tra arte e cultura arrivano le Serate FAI d’Estate, ecco dove andare

Siamo in estate e il FAI ci regala le Serate FAI d'Estate dove poter scoprire al chiaro di Luna nuovi luoghi ricchi di arte e storia
Tra arte e cultura arrivano le Serate FAI d'Estate, ecco dove andare

MILANO – Finalmente siamo in piena estate e la voglia di stare all’aria aperta, di divertirci e di uscire alla sera diventa sempre più incontenibile. Con le Serate FAI d’Estate l’occasione per alzarsi dal divano e andare a scoprire magnifici luoghi artistici sotto il bagliore del chiaro di Luna, diventa sempre più ghiotta. Ecco allora che vi do qualche consiglio su dove andare.

LEGGI ANCHE: Le migliori app per chi ama l’arte e la cultura

Castello della Manta

Il Castello della Manta è un luogo veramente incantevole. Situato a Manta, in provincia di Cuneo, questo Castello aprirà le sue porte al pubblico tutti venerdì sera fino al 30 agosto per delle visite guidate in notturna dove si potranno scoprire i bellissimi interno dell’edificio dal tono medievale e contenenti bellissimi affreschi del ‘400.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Castello della Manta (@castellodellamanta) in data:

In queste serate ecco che il giardino del castello diventa la sala d’accoglienza: qui all’esterno, alle luce delle lanterne, si potrà gustare uno speciale pic nic munito di coperta e cesto con prodotti tipici del territorio. E se già questo non vi basta, ecco che il 9, il 10, 16 e il 17 di agosto avrete l’occasione di diventare astronomi per una notte: in queste serate infatti degli esperti di astronomia guideranno i vostri sguardi tra i milioni astri del cielo.

Castello di Masino

A Caravino, Torino, il Castello di Masino è uno tra i luoghi più belli e suggestivi del Piemonte che conserva più di mille anni di storia. Fu la residenza dei discendenti di Arduino, il primo re d’Italia. Ancora oggi si respira un’atmosfera unica tra i sontuosi saloni e la preziosa biblioteca contente oltre 25.000 volumi. Grazie alle Serate FAI d’Estate ogni giovedì sera fino al 5 settembre, dalle 18.00 alle 22.00, il castello sarà aperto al pubblico. Tra gli appuntanti imperdibili ci sono:

1 agosto – Visita al buio
8 agosto – Letture Astronomiche
15 agosto – Ferragosto al Castello
22 agosto – Visita al buio
29 agosto – Aperitivo in…acquarello
5 settembre – Aperitivo in…Jazz

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Castello e Parco di Masino (@castellodimasino) in data:

Casa Noha

Nell’anno in cui Matera è Capitale Europea della Cultura, il FAI le dedica una speciale esclusiva serale tramite la Casa Noha, una dimora immersa tra i Sassi, nei vicoli della Civita, a due passi dal Duomo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Marzia (@margygrubeana) in data:

Questa casa costruita fra il XV e il XVII secolo, ospita il racconto emozionante della storia di Matera che si svolge sulle sue pareti bianche di pietra come in un film, coinvolgendo il visitatore in un avvincente viaggio multimediale alla scoperta di una città e della sua anima. In questo magnifico contesto, è imperdibile la passeggiata notturna alla scoperta della città che si svolgerà l’1 settembre dalle ore 19.00.

Negozio Olivetti

Per gli appassionati del vintage e dell’arte, questo luogo è quasi un sogno. Realizzato dal grande architetto Carlo Scarpa per Adriano Olivetti, il Negozio è uno degli esempi più significativi e originali dell’architettura del Novecento. Abbandonato per anni nell’oblio, è tornato all’aspetto originario riaprendo al pubblico i suoi spazi, progettati fin nel minimo dettaglio e realizzati dalle mani sapienti di artigiani veneziani. Questo incredibile luogo storico situato in Piazza San Marco a Venezia, in occasione della 58a Mostra Internazionale di Arte di Venezia apre le sue porte al pubblico con uno speciale appuntamento il 31 agosto.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da FAI – Negozio Olivetti (@negozioolivetti) in data:

In questa giornata si avrà infatti l’occasione di scoprire tecniche e materiali utilizzati per la creazione del pavimento a mosaico di questo showroom grazie anche alla speciale compagnia di Alessandro Crovato, che ha partecipato all’ultimo restauro del Negozio nel 2010 e raccoglie l’eredità del nonno, artigiano terrazziere veneziano, già chiamato da Scarpa nel 1958 proprio per lo spazio Olivetti.

Per tutte le informazione consultare Serate FAI d’Estate

LEGGI ANCHE: La pala di Tintoretto appartenuta a David Bowie torna a Venezia

© Riproduzione Riservata