28-29 maggio

6 mostre per questo week-end

Eccovi alcuni consigli per trascorrere bene sabato e domenica fra arte e fotografia

MILANO –  I nostri suggerimenti per partire alla scoperta delle meravigliose mostre in programma in Italia. Dal fascino spagnolo di Mirò fino alle incredibili atmosfere create dalla Caravaggio Experience.

..

MIRO’ –  La rassegna dedicata a Mirò è una delle mostre più apprezzate di Milano. Fino all’11 Settembre 2016 gli amanti del maestro surrealista potranno immergersi in un percorso espositivo che ne esalta gli aspetti più o meno noti. Con oltre 100 opere il percorso espositivo si focalizza sull’importanza che l’artista ha sempre conferito all’uso della materia.

IL SIMBOLISMO – Ultime settimane per la mostra milanese “Il Simbolismo. Dalla Belle Époque alla Grande Guerra” a Palazzo Reale (Milano) fino al 5 giugno 2016. La retrospettiva propone il confronto di oltre 150 opere tra dipinti, sculture e eccezionali oggetti d’arte decorativa provenienti da importanti istituzioni museali italiane ed europee oltre che da collezioni private, rievocando l’ideale aspirazione del Simbolismo a raggiungere un effetto unitario per creare un’arte totale. Da Fernand Khnopff a Luigi Bonazza, seguace italiano di Klimt, passando per Leo Putz, Giorgio Kienerk e Giulio Aristide Sartorio.

MUCHA – Il Palazzo Ducale ospita oltre 220 opere di Alfons Mucha e propone al pubblico un percorso variegato e complesso che ricostruisce il gusto elegante, prezioso e sensuale dell’epoca attraverso le creazioni, gli arredi e le opere d’arte decorativa di artisti e manifatture europei, attivi nello stesso periodo storico. Il nucleo principale della mostra è costituito da 120 opere tra affiches e pannelli decorativi di Alfons Mucha (1860-1939), provenienti dalla Richard Fuxa Foundation. La mostra, aperta da inizio maggio, rimarrà fino 18 settembre 2016.

CARAVAGGIO EXPERIENCE – A Roma il Palazzo delle Esposizioni con Caravaggio Experience ripercorre l’opera di Michelangelo Merisi utilizzando un approccio contemporaneo all’opera d’arte. Il sistema di multi-proiezione a grandissime dimensioni, combinato con musiche originali e fragranze olfattive, porta il visitatore a vivere un’esperienza unica sul piano sensoriale, attraverso una vera e propria “immersione” nell’arte del maestro del Seicento. Fino al 3 luglio potrete ammirare i 57 capolavori dell’artista proiettati in formato gigante sulle pareti, accompagnato da musiche e profumi appositamente realizzati.

BANKSY – La Fondazione Terzo Pilastro ospita a Roma una della più grande esposizioni dedicate a Banksy. Per chi se lo stesse chiedendo tutte  le opere esposte provengono da collezionisti privati e nessuna opera è stata sottratta alla strada.  150 opere provenienti da collezioni private raggiungeranno così a sorpresa la capitale e soggiorneranno a Palazzo Cipolla in via del Corso, sede del Museo Fondazione Roma che le esporrà dal 24 maggio al 4 settembre.

BERENGO GARDIN – 260 opere di Gardin, anche inedite, esposte fino al 28 agosto al Palazzo delle Esposizioni di Roma. Scatti in bianco e nero che raccontano l’Italia dal ’54 a oggi. La scelta del titolo “Vera fotografia” rivela come le foto non siano state modificate da photoshop. In mostra anche 24 fra gli scatti più famosi, proposti in grande formato, commentati da amici, artisti, registi, scrittori come Marco Bellocchio, Carlo Verdone, Maurizio Maggiani, Renzo Piano, Vittorio Gregotti, Jannis Kounellis e i colleghi Ferdinando Scianna e Sebastiao Salgado.

© Riproduzione Riservata
Commenti