fino al 3 luglio

A Roma la “Caravaggio Experience”, un viaggio multimediale dentro le opere del maestro

Una imponente video installazione originale e inedita per un'incredibile "Caravaggio Experience"

 MILANO –  Caravaggio Experience ripercorre l’opera di Michelangelo Merisi da Caravaggio utilizzando un approccio contemporaneo all’opera d’arte. L’uso di un sofisticato sistema di multi-proiezione a grandissime dimensioni, combinato con musiche originali e fragranze olfattive, porta il visitatore a vivere un’esperienza unica sul piano sensoriale, attraverso una vera e propria “immersione” nell’arte del maestro del Seicento. L’intera installazione ripercorre i grandi temi della produzione caravaggesca: la luce; il naturalismo; la teatralità; la violenza; e termina con un “viaggio” ideale attraverso i luoghi di Caravaggio, seguendo cronologicamente le fasi principali della vita.

Succede a Roma al Palazzo delle Esposizioni fino al prossimo 3 luglio.
.

LA MOSTRA – Entrando in sala si viene immersi in uno spettacolo di proiezioni e musiche della durata complessiva di 48 minuti circa, in onda contemporaneamente lungo tutto il percorso, senza interruzioni, e a ciclo continuo. L’obiettivo consiste nel dare la possibilità di osservare e conoscere in profondità l’opera di Caravaggio,  attraverso un flusso di emozioni frutto di un puro godimento sensoriale, contribuendo in tal senso ad avvicinare il pubblico, più e meno esperto, ai suoi lavori in modo assolutamente nuovo. 57 i capolavori dell’artista presentati in mostra, che scorreranno nell’arco di 50 minuti, riprodotti attraverso l’uso di 33 proiettori Canon Xeed in Alta Definizione. La combinazione di tecnologie trasmissive e riflessive di tale portata rende il progetto un unicum anche nel panorama delle realizzazioni di videoinstallazioni immersive.

.

CARAVAGGIO EXPERIENCE – Caravaggio Experience rappresenta un ampio progetto culturale, che si rivolge a un pubblico differenziato, di settore e più ampio. Accanto alla carica emotiva che nasce dalla spettacolarità delle grandi dimensioni e dal coinvolgimento delle musiche, si affianca una precisa volontà divulgativa, in cui l’uso della terza dimensione e delle soluzioni grafiche guidano progressivamente lo spettatore attraverso i processi creativi dell’artista.

.

© Riproduzione Riservata
Commenti