Sei qui: Home » Arte » 5 mostre da vedere nel weekend del 27-28 novembre
Cosa fare

5 mostre da vedere nel weekend del 27-28 novembre

Anche questo fine settimana vi proponiamo le migliori mostre da visitare in giro per l'Italia. Da Mondrian a Caravaggio e Artemisia

Il fine settimana è alle porte. Vi proponiamo 5 mostre d’arte da visitare assolutamente questo week-end per trascorrere due giorni immersi nella bellezza nelle varie città d’Italia. Ecco i nostri consigli:

5 mostre da vedere nel weekend del 27-28 novembre

Steve McCurry. Animals – Nichelino

Il maestro dell’uso del colore, dell’empatia e dell’umanità, volge lo sguardo ai nostri compagni di viaggio più fedeli.
Nasce così “ANIMALS”. La mostra arriva per la prima volta in Piemonte, presso le antiche cucine della Palazzina di Caccia di Stupinigi, come quarta grande mostra fotografica targata Next Exhibition. In mostra gli animali saranno protagonisti di sessanta scatti iconici, che racconteranno al visitatore le mille storie di una vita quotidiana dove uomo e animale sono legati indissolubilmente. Un affresco corale dell’interazione e della condivisione, che tocca i temi del lavoro e del sostentamento che l’animale fornisce all’uomo, delle conseguenze dell’agire dell’uomo sulla fauna locale e globale, dell’affetto che l’essere umano riversa sul suo pet, qualunque esso sia. 

Caravaggio e Artemisia: la sfida di Giuditta. Violenza e seduzione nella pittura tra Cinquecento e Seicento – Roma

Una delle mostre più attese è quella che accoglie capolavori di Caravaggio e Artemisia. Ospitata nelle nuove sale al pian terreno di Palazzo Barberini, la mostra celebra i cinquant’anni dall’acquisizione da parte dello Stato italiano e i settant’anni dalla scoperta del celebre dipinto di Caravaggio conservato a Palazzo Barberini: Giuditta e Oloferne. Una serie di capolavori provenienti dai musei di tutto il mondo, inclusa la straordinaria Giuditta e Oloferne di Artemisia Gentileschi del Museo di Capodimonte a Napoli, documentano la dirompente novità della rivoluzione caravaggesca nella pittura a lui contemporanea.

Piet Mondrian. Dalla figurazione all’astrazione – Milano

Tra le mostre da vedere questo weekend quella di Mondrian che porta per la prima volta a Milano un progetto espositivo interamente dedicato all’artista olandese e al processo evolutivo artistico che lo portò dalla figurazione all’astrazione, dalla tradizione del paesaggio olandese allo sviluppo del suo stile unico, che l’ha reso inconfondibile e universalmente celebre. La mostra è stata realizzata grazie alla collaborazione del Kunstmuseum den Haag, detentore della più importante collezione di opere di Mondrian al mondo, e che ha prestato sessanta opere, scelte tra quelle Mondrian e di altri artisti rappresentativi della Scuola dell’Aja. In mostra anche altri capolavori provenienti da importanti musei e collezioni private.

Videogames! – Trieste

Una delle mostre da non perdere. A Trieste viene presentata per la prima volta al mondo la più grande mostra sul mondo dei videogiochi. Videogames!, il nuovo progetto a firma di Arthemisia, vuole raccontare la nascita e l’evoluzione dei videogiochi, dai primissimi esperimenti degli anni ’50 fino alle realizzazioni più attuali, consentendo al pubblico di prendere parte attiva alla mostra, giocando con la maggior parte dei dispositivi, vecchi e nuovi. Il percorso si sviluppa in 18 stazioni cronologiche attraverso le quali il visitatore può ripercorrere le fasi fondamentali dell’evoluzione del videogioco: dagli antenati dei videogames agli esperimenti più moderni; dai primi grandi successi al boom delle sale giochi fino ai mitici Cabinati Arcade, strumenti di aggregazione per intere generazioni.

Super Green Pass, cosa cambia per musei, teatri e luoghi di cultura

Super Green Pass, cosa cambia per musei, teatri e luoghi di cultura

Dal 6 dicembre entrerà in vigore il cosiddetto “Super Green Pass”, un Green Pass rafforzato che verrà rilasciato soltanto ai vaccinati o ai guariti dal Covid-19.

 

A misura di bambino. Crescere nell’antica Roma – Firenze

Action figures’, giocattoli e giochi di millenni fa, sculture di divinità rappresentate nella loro infanzia, opere collocate ad altezza bimbo, per andare incontro alle esigenze dei visitatori più piccoli. Arriva “A misura di bambino. Crescere nell’antica Roma”, mostra archeologica della Galleria degli Uffizi che affronta, con modalità innovative, un tema finora inesplorato. In un percorso di oltre trenta opere, infatti, vengono descritti diversi momenti della vita quotidiana dei fanciulli ai tempi dell’Impero Romano. La nascita, i riti di passaggio verso l’età adulta, la scuola, i divertimenti, il rapporto con gli animali, le paure, sono solo alcuni dei temi che i visitatori troveranno rappresentati in statue, sarcofagi, rilievi e oggetti quotidiani come i giocattoli.

 

 

© Riproduzione Riservata