Arte

“Father and Son”, il Museo Archeologico di Napoli in un videogioco

"Father and Son", il Museo Archeologico di Napoli in un videogioco

A partire dalla prossima primavera il Museo Archeologico di Napoli diventerà interattivo grazie a “Father and Son”, il primo videogioco museale…

MILANO – “Father and Son – the game” sarà il nome del videogioco che permetterà ai visitatori del Museo Archeologico di Napoli di scoprire le bellezze del MANN e della città di Napoli in modo interattivo. Realizzato sia in italiano che in inglese, “Father and Son” sarà rilasciato gratuitamente, a partire dalla prossima primavera, su Apple Store e Google Play.

FATHER AND SON – Sviluppato da TuoMuseo e ideato da Ludovico Solima (professore dell’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”) e da Paolo Giulierini (direttore del MANN), “Father and Son” è il primo videogioco lanciato da un museo. Tre i chilometri di strade napoletane (disegnate a mano), dieci i personaggi che si potranno incontrare e con cui si potrà interagire, venti i minuti delle musiche create appositamente per il videogioco e grande la soddisfazione da parte di Giulierini che così ha commentato il progetto:

Se si pensa che in tutto il mondo si potrà interagire con i contenuti storici del nostro Istituto e della città di Napoli attraverso questo peculiare strumento, che ormai va annoverato tra le nuove forme d’arte, non si può che essere soddisfatti della nostra disseminazione culturale. Se prima erano le sole mostre a parlare del Mann in molte città estere, ora una straordinaria avventura digitale ci farà dialogare con migliaia di potenziali, nuovi visitatori, amanti dell’arte, studenti, soprattutto giovani: e che sia il Passato ad imbracciare le armi del Futuro la dice lunga sulla nostra volontà di presentarci come un cantiere dove tutto si può sperimentare, in ragione di una visione culturale senza preclusioni o barriere”.

UN GIOCO DA MUSEO – “Father and Son” è un gioco che racconta la storia di Michael, il protagonista del videogioco. Il giovane si reca a Napoli dopo aver ricevuto una lettera dal padre (archeologo) che non ha mai conosciuto. L’avventura di Michael inizierà al Museo Archeologico di Napoli dove sono conservati gli appunti del padre. Il MANN, con le sue celebri opere e l’architettura dei suoi luoghi,  avrà un ruolo cruciale nella storia del gioco, divenendo fulcro di piccole e grandi storie attraverso il tempo. Durante il “viaggio”, infatti, il protagonista attraverserà diverse epoche storiche: dall’antica Roma all’Egitto, dall’età Borbonica alla Napoli di oggi. Così, quella che inizia come un’esperienza personale diviene una storia universale e senza tempo, una storia dove presente e passato si alternano. Le scelte di Michael (e quindi del giocatore) nel corso dell’esperienza influenzeranno il finale.

 

 

“Father and Son”, il Museo Archeologico di Napoli in un videogioco ultima modifica: 2017-01-25T12:53:58+00:00 da Salvatore Galeone

© Riproduzione Riservata
Tags