Storie di gentilezza

La lettera di Tom Hanks a un bambino bullizzato di nome Corona

Una bellissima lettera e una macchina da scrivere di marca Corona. Così Tom Hanks ha consolato un bambino australiano di otto anni di nome Corona De Vries
lettera-tom-hanks

Una lettera e una macchina da scrivere di marca Corona. Così Tom Hanks ha consolato un bambino australiano di otto anni di nome Corona De Vries, che qualche giorno prima gli aveva scritto, “triste e arrabbiato” per le prese in giro che riceveva a scuola.

“Ho sentito che lei e sua moglie avete il coronavirus: come state?”. Esordisce così la lettera che il piccolo Corona ha scritto a Tom Hanks: “Mi è sempre piaciuto il mio nome, ma ora i miei amici mi prendono in giro persino in chat e mi chiamano Coronavirus”.

La risposta di Tom Hanks: “Io sono tuo amico”

“Caro amico Corona, – risponde Tom Hanks – la tua lettera è stata magnifica per me e mia moglie! Grazie: sei stato un grande amico. Gli amici tirano su i propri amici quando sono tristi. Ti ho visto in TV, anche se ero già tornato negli Stati Uniti e stavo bene. Anche se non ero più malato, ricevere la tua lettera mi ha fatto sentire ancora meglio. Sai, sei l’unica persona che io abbia mai conosciuto a chiamarsi Corona – proprio come l’anello che circonda il sole, una corona. Ho pensato che questa macchina da scrivere potesse fare al caso tuo. L’avevo portata con me nella Gold Coast, dove adesso è tornata per stare con te. Chiedi a un adulto come funziona e usala per rispondermi. P. S.: Io sono tuo amico! T.”

Via: NbcNews

© Riproduzione Riservata
Commenti