Sei qui: Home » Storie » Lettere » La lettera d’amore di Napoleone a Giuseppina Beauharnais
lettere d'amore

La lettera d’amore di Napoleone a Giuseppina Beauharnais

Una lettera di Napoleone Bonaparte alla sua prima moglie Giuseppina Beauharnais mostra il lato tenero dell'imperatore francese

E chi l’avrebbe mai detto che Napoleone avesse anche un lato tenero? Ne è una prova la lettera che testimonia l’amore tra un uomo potente come il generale francese e la sua giovane sposa Giuseppina Beauharnais. Un amore documentato da diverse lettere scritte da quello che fu il fondatore del primo Impero Francese. Subito dopo le nozze Napoleone partì per guidare l’esercito in Italia, ma non mancò di mandarle lettere d’amore per tutto il tempo della sua assenza. Lettere alle quali la bella Giuseppina raramente rispose.

"Il cinque maggio", l’ode di Manzoni che celebra Napoleone Bonaparte

“Il cinque maggio”, l’ode di Manzoni che celebra Napoleone Bonaparte

In questa famosissima ode, il poeta e scrittore milanese ricorda la figura del grande generale francese, che da solo cambiò il volto dell’Europa

Chi era Giuseppina Beautharnais

Soprannominata “la bella Creola”, Giuseppina nacque in una grande proprietà della Martinica. Arrivò in Francia grazie al suo matrimonio con Alessandro di Beauharnais, che divenne una figura di rilievo nella Rivoluzione francese e che venne poi ucciso durante il Terrore. Frequentando i salotti parigini, incontrò il generale Napoleone Bonaparte, con cui si risposò. Questo secondo matrimonio le permise di diventare imperatrice, ma si scontrò spesso con la sua nuova famiglia e non riuscì a dare al marito un erede.

Napoleone divorziò e lei si ritirò nel suo dominio della Malmaison. Malgrado il suo matrimonio sterile con Napoleone, Giuseppina lasciò dei discendenti, grazie ai due figli avuti dal primo matrimonio. È rimasta nella storia per i suoi interessi per la moda e la botanica.

Napoleone Bonaparte, 5 curiosità sul generale francese

Napoleone Bonaparte, 5 curiosità sul generale francese

Quest’anno ricorrono i duecento anni dalla morte di Napoleone Bonaparte. Ecco 5 curiosità per ricordare la sua figura.

La lettera d’amore di Napoleone

“Non ti amo più; al contrario, ti detesto. Sei una disgraziata, realmente perversa, realmente stupida, una vera e propria Cenerentola. Non mi scrivi mai, non ami tuo marito; tu sai il piacere che le tue lettere gli procurano eppure non riesci nemmeno a buttar giù in un attimo una mezza dozzina di righe.

Che cosa fate tutto il giorno, Signora? Che tipo di affari così vitali vi privano del tempo per scrivere al vostro fedele amante? Quale pensiero può essere così invadente da mettere da parte l’amore, l’amore tenero e costante che gli avevate promesso? Chi può essere questo meraviglioso nuovo amante che vi porta via ogni momento, decide della vostra giornata e vi impedisce di dedicare la vostra attenzione a vostro marito? Attenta Giuseppina; una bella notte le porte saranno distrutte e là io saro.

In verità, amor mio, sono preoccupato di non avere tue notizie, scrivimi immediatamente una lettera di quattro pagine con quelle deliziose parole che riempiono il mio cuore di emozione e di gioia.

Spero di tenerti tra la braccia quanto prima, quando spargerò su di te milioni di baci, brucianti come il sole dell’equatore.”

Bonaparte 

(Primavera 1797)

LEGGI ANCHE: LE LETTERE DEI GRANDI PERSONAGGI DELLA STORIA 

© Riproduzione Riservata