Anno bisestile

“La bougie du sapeur”, l’unico periodico al mondo pubblicato il 29 febbraio di ogni anno bisestile

Dopo quattro anni, torna nelle edicole francesi "La bougie du sapeur", il periodico nato per uno scherzo fra amici il 29 febbraio del 1980 e destinato a diventare il cult di ogni anno bisestile
la-bougie-du-sapeur

La Bougie du sapeur, che si traduce in italiano come “La candela del pompiere”, è un periodico umoristico francese che esce a cadenza quadriennale il 29 febbraio di ogni anno bisestile. Nato nel 1980 da uno scherzo fra due amici, Jacques Debuisson e Christian Bailly, l’ultima pubblicazione risale al 29 febbraio 2016 e oggi torna, dopo quattro anni, nelle edicole francesi. 

Perché si chiama così

Il nome è stato scelto in omaggio all’eroe dei fumetti creato da Christophe, Sapeur Camember, personaggio nato il 29 febbraio, le cui candeline di compleanno vengono accese in questa data ogni quattro anni. 

Di cosa parla

Con le sue venti pagine fra giochi di parole, interviste vere e immaginarie, biglietti da mascalzone e commenti più o meno seri sulle notizie degli ultimi quattro anni, il giornale, in edicola a partire da oggi, intende difendere i “politicamente scorretti”: come un articolo sul gallo Maurice coinvolto in una battaglia legale a causa del suo “chicchirichì”, un titolo che annuncia il ritorno del defunto Thierry Le Luron, un altro sull’uso dell’inglese ai tempi della Brexit e interviste con la chef Hélène Darroze, il matematico francese Cédric Villani e l’umorista Philippe Chevallier. Da menzionare anche la divertente posta dei lettori, in cui si risponde alle domande inviate quattro anni prima dai lettori. 

Quanto costa

Il costo è di 4 euro ciascuno, di cui 1 euro rimane all’edicolante e il resto, al netto delle spese di distribuzione e di stampa, è versato À tire d’aile, una onlus che si occupa di bambini affetti da autismo.

Come abbonarsi a la Bougie du Sapeur

Prima del 2012, alla fine del giornale si trovava un tagliandino per abbonarsi a tutto il XXI secolo al costo di 100 euro, possibilità che è stata poi sospesa a causa delle difficoltà logistiche. 

© Riproduzione Riservata
Commenti