oltre 11 mila insegnanti sospesi

Turchia, il Governo ordina la distruzione di 58 libri

Il governo sospende 11.500 insegnanti per presunti legami con il Partito dei Lavoratori del Kurdistan

MILANO – Il Ministero dell’Istruzione della Turchia ha chiesto alle scuole e alle biblioteche di distruggere un catalogo di opere legate al religioso statunitense Fethullah Gülen, che il governo accusa di aver orchestrato il tentativo di golpe militare lo scorso mese.

IL CASO – Una lettera alle istituzioni scolastiche datata il 9 agosto, pubblicata dal sito turco Duvar, bandisce libri e riviste e chiede alle scuole di confiscare o distruggere tutte le copie.  Questo, in considerazione dei presunti legami con l’organizzazione guidata da Gulen, una volta un alleato del presidente turco Recep Tayyip Erdogan, ma accusato da Ankara di aver complottato per rovesciare il governo.

NON SOLO LIBRI – Il governo, inoltre, sospende 11.500 insegnanti per presunti legami con il Partito dei Lavoratori del Kurdistan. Quelli nel mirino di Ankara riceveranno i due terzi dello stipendio fino alla fine del processo. Una nuova lettera aggiunge ai titoli un elenco di  altri libri, CD, DVD e materiali legati a Gülen che sono stati banditi come “propaganda terroristica” in conformità con un ordine da parte di un tribunale di Istanbul.

© Riproduzione Riservata
Commenti