La giornata

Perché si celebra oggi la giornata del benessere sessuale

Istituita dall'Oms a partire dal 2010, la giornata del benessere sessuale vuole essere un modo per ribadire l'importanza di vivere l'amore libero da coercizioni, discriminazioni e violenze.
Perché si celebra oggi la giornata del benessere sessuale

Oggi 4 settembre in tutto il mondo si celebra la Giornata mondiale del benessere sessuale. Istituita dall’Organizzazione mondiale della Sanità a partire dal 2010, in questa giornata si vuole mettere al centro la consapevolezza sessuale.

Giornata mondiale del benessere sessuale

Il World Sexual Health Day è una giornata di sensibilizzazione gestita dalla World Association for Sexual Health, un’organizzazione di advocacy globale impegnata a promuovere le migliori pratiche in materia di salute sessuale. Secondo l’Oms, per raggiungere una salute sessuale ottimale, bisogna avere una visione positiva e rispettosa della sessualità e della relazioni fisica. La giornata vuole essere anche un modo per ribadire l’importanza di vivere l’amore libero da coercizioni, discriminazioni e violenze.

L’importanza del benessere sessuale

Secondo l’Organizzazione mondiale della Sanità è possibile raggiungere il benessere sessuale solo attraverso l’accesso a informazioni comprensibili e affidabili sul sesso e la sessualità. Ciò implica la conoscenza dei rischi derivanti dal sesso non protetto, l’accesso a cure sanitarie per l’apparato riproduttivo e soprattutto il vivere in un ambiente che promuova il benessere sessuale.

L’equilibrio psicofisico

Il benessere sessuale non riguarda solo il corpo, ma anche la mente. Perciò è fondamentale per l’equilibrio della persona considerare l’orientamento sessuale, l’identità di genere, l’espressione sessuale, le relazioni e il piacere. Problematiche che ostacolano il benessere sessuale possono essere le malattie sessualmente trasmissibili, patologie legate all’apparato riproduttivo, gravidanze indesiderate e aborto, disfunzioni e violenze sessuali, le mutilazioni ai genitali.

Benessere sessuale e pandemia

Come si legge sul portale della World Association for Sexual Health, la pandemia da Coronavirus ha in parte cambiato il modo di approcciarsi alla sessualità. Il distanziamento sociale, l’isolamento e le misure igieniche adottate possono influenzare la sfera sessuale e psicologica. Ad esse si aggiungono problematiche collaterali come difficoltà economiche e la perdita del lavoro. Non è un caso se gli episodi di discriminazione e le violenze domestiche siano aumentate in questo periodo. Per questo, la World Association for Sexual Health sottolinea l’importanza di “fornire supporto per la salute mentale e psicosociale a individui, famiglie, comunità e personale che presta servizi di base per il mantenimento della salute e dei diritti.” Inoltre, i sistemi di sorveglianza e risposta devono tenere conto di aspetti quali sesso, sesso, età, fattori di rischio per motivi di salute, condizione occupazionale e stato di gravidanza.

© Riproduzione Riservata
Commenti