Sei qui: Home » Società » Gennaro Sangiuliano, chi è il nuovo ministro della cultura del governo Meloni
Ministero della cultura

Gennaro Sangiuliano, chi è il nuovo ministro della cultura del governo Meloni

Gennaro Sangiuliano è il nuovo ministro della cultura italiano. Scopriamo chi è il nuovo responsabile del dicastero di via del Collegio Romano, attualmente direttore del Tg2.

Gennaro Sangiuliano è il nuovo ministro della cultura designato da Giorgia Meloni. Giornalista, nonché direttore del Tg2, Sangiuliano è fra i nomi più quotati da qualche giorno, insieme a quello di Giordano Bruno Guerri. Scopriamo qualcosa di più su di lui e sul percorso che lo ha portato a diventare ministro della cultura di questa nuova legislatura.

Gennaro Sangiuliano, gli studi e la scrittura

Napoletano, nato nel 1962, Gennaro Sangiuliano si è laureato in Giurisprudenza nell’Ateneo napoletano Federico II. Nella stessa università, ha svolto un dottorato di ricerca nell’ambito del Diritto e dell’Economia. In seguito, si è specializzato conseguendo un master in Diritto privato europeo presso La Sapienza di Roma. La carriera di Gennaro Sangiuliano è iniziata con l’insegnamento universitario, alla Lumsa, alla Sapienza e alla Luiss.

Il nuovo ministro della cultura ha scritto e pubblicato numerosi saggi, fra cui “Giuseppe Prezzolini: l’anarchico conservatore“, “Putin, vita di uno zar“, “Hillary. Vita e potere in una dynasty americana” e “Trump. Vita di un presidente contro tutti“.

La carriera nel giornalismo

Gennaro Sangiuliano ha intrattenuto collaborazioni con diverse testate giornalistiche, fra cui Il Foglio, L’Espresso e il Sole 24 Ore. Ha ricoperto il ruolo di vicedirettore per Libero per poi entrare in Rai, in qualità di inviato del Tgr di Napoli, nel 2003. L’anno successivo, è stato trasferito a Roma; è stato inviato in Bosnia, Kosovo e in Afghanistan. Nel 2009, è diventato vicedirettore del Tg1, e dal 2018 ad oggi ha lavorato alla direzione del Tg2. 

La vicinanza con Giorgia Meloni 

Il nuovo ministro della cultura è da sempre vicino agli ambienti di centrodestra. La sua nomina, dunque, non è affatto casuale, e rispecchia l’aderenza politica di Gennaro Sangiuliano, che negli ultimi anni, in particolare, si è avvicinato al partito di Giorgia Meloni, per cui cinque mesi fa, infatti, è intervenuto in occasione della Conferenza programmatica di Fratelli d’Italia. 

© Riproduzione Riservata