Sei qui: Home » Società » Benessere » Art4ART, l’arteterapia a supporto dei malati oncologici
Arteterapia

Art4ART, l’arteterapia a supporto dei malati oncologici

Art4ART è un progetto che porta la cultura nei reparti di oncologia supportando i pazienti con l’arteterapia

L’arteterapia arriva al Policlinico Gemelli di Roma con Art4ART, un progetto pensato per coniugare la bellezza della cultura con l’ambiente spesso ostile degli ospedali, in particolare nei reparti di oncologia. Ecco come è nata questa splendida iniziativa che porta l’arte a supporto dei pazienti.

Art4ART

Art4ART è un progetto dedicato ai pazienti di oncologia del Policlinico Gemelli di Roma che vuole rivestire letteralmente e in tutti i sensi, di bellezza i trattamenti oncologici di ultima generazione, come l’Advanced Radiation Therapy. Un ‘esperimento’ che si basa su tante evidenze scientifiche. Sono infatti ormai numerosi gli studi che, in vari campi della medicina, dimostrano come l’arte e la bellezza abbiano di per sé un potere curativo. Un’iniziativa che concilia l’arteterapia con gli ambienti ospedalieri.

Il commento di Dario Franceschini

“Grazie al progetto ‘Art4ART’ i pazienti potranno estraniarsi dalla situazione contingente e respirare un po’ di bellezza anche dentro le mura di un ospedale. Durante la pandemia abbiamo capito, infatti, cos’è l’Italia senza cultura, senza la gioia nelle piazze e nelle strade e quanto sia importante nella società respirare bellezza e trarre energia nella sua visione. Questa è un’altra iniziativa del Policlinico Gemelli che dimostra una grande capacità di visione, di immaginazione e di essere sempre un po’ avanti e che molti dovranno imitare in Italia e nel mondo”.

musei-danno-lavoro-ai-detenuti-arte-1201-568

I musei danno lavoro ai detenuti, l’arte come rieducazione

I detenuti con una pena inferiore ai quattro anni saranno messi alla prova per riparare il danno commesso lavorando nei luoghi d’arte

 

Il commento dell’Assessore alla Sanità della Regione Lazio

“Un’iniziativa quella di Art4ART – ha commentato Alessio D’Amato- che inserisce, all’interno del percorso terapeutico, la bellezza, rappresentata in questo caso dall’arte, come elemento per il recupero del benessere psico-fisico del paziente, nel momento in cui affronta un percorso importante, come quello del contrasto alla patologia oncologica, della radioterapia. Ed è particolarmente lodevole che iniziative di questo genere vengano prese anche in un momento ancora così drammaticamente caratterizzato dall’ansia e dall’incertezza. Oggi il Gemelli inaugura una nuova frontiera, che coniuga la scienza medica con l’arte”.

Photo Credit: Policlinico Gemelli di Roma

© Riproduzione Riservata