Back to school

Una famiglia in media spende 1130 € per l’inizio della scuola

L'inizio della scuola è sempre più vicino e gli studenti devono arrivare pronti con la cartella completa di materiale scolastico
Una famiglia in media spende 1130 € per l'inizio della scuola

MILANO – Eh sì il primo giorno di scuola sta per iniziare. Ogni studente di qualsiasi scuola e grado scolastico ha bisogno di nuovo materiale e soprattutto di libri nuovi per intraprendere l’anno. Il problema è che per le famiglie di anno in anno la spesa aumenta, incidendo molto sulle finanze. Il Codacons ha stimato che in media una famiglia per il ritorno a scuola spende 1130 euro per figlio, considerando libri e corredo del materiale.

LEGGI ANCHE: A Roma tutti solidali per aiutare le famiglie nell’acquisto del materiale scolastico

Il materiale scolastico è sempre più caro

Come è possibile che venga speso così tanto denaro per dei quaderni e per un diario? Beh è possibilissimo, se si pensa che uno zaino viene a costare anche 80 euro e che un astuccio accessoriato in modo completo si possa pagare anche 30 euro. È proprio per il materiale scolastico a cui poco meno della metà del budget è destinato.
Per quanto riguarda i libri, bisogna considerare che quello di 1130 euro è una stima media, che quindi può variare in base al grado di istruzione e al tipo di scuola. Sicuro è che rispetto all’anno passato il prezzo dei libri è aumentato del 3%. Chiaramente nelle classi prime la spesa è più ingente in quanto gli alunni devono acquistare libri che potrebbero durare per tutto il ciclo scolastico: in prima media si spende poco meno di 440 euro per i libri e in prima superiore 668 euro.

Come risparmiare

Per ridurre questa spesa, ci sono diverse strategie, a partire dal comprare libri usati e non nuovi. Ricorrere all’usato permette di risparmiare il budget del 30-40 %. In questo la rete può essere una grande risorsa in quanto consente di mettersi in contatto con i vari mercatini dell’usato locali, contattare possibili acquirenti tramite whatsapp e gruppi di Facebook. Esistono anche delle applicazioni che possano aiutare in questo. Oltre a questo metodo, è utile diversificare i canali d’acquisto: si sa che le cartolerie sono le più care e quindi non disdegnare i supermercati, gli ipermercati e i discount che spesso hanno prezzi migliori e delle promozioni per il “back to school”.
Grande risorsa sempre da consultare è la rete, in particolare Amazon che ha creato una sezione del sito dedicata proprio al rientro a scuola (libri, quaderni, astucci, diari…) scontata. Attenzione che più il primo giorno di scuola si avvicina, più i prezzi aumentano.

© Riproduzione Riservata