A Roma tutti solidali per aiutare le famiglie nell’acquisto del materiale scolastico

La spesa del materiale scolastico può essere davvero alta. Ecco che nascono delle iniziative solidali per aiutare le famiglie in difficoltà
A Roma tutti solidali per aiutare le famiglie nell'acquisto del materiale scolastico

MILANO – A settembre numerose famiglie italiane devono fare i conti con le spese di inizio anno scolastico, a partire dai libri fino al materiale scolastico. Le spese possono essere davvero ingenti e causa dell’abbandono degli studi da parte di alcuni ragazzi. Per questo motivo nascono in Italia alcuni circuiti solidali per aiutare le famiglie in difficoltà, come quello di Roma organizzato dall’associazione Nonna Roma, o quello di Lonate Pozzolo in provincia di Varese.

LEGGI ANCHE: Acquisto libri scolastici, lo shop online conquista tutti

“Di mano in mano” il progetto romano

Secondo il monitoraggio condotto dalla Federconsumatori a settembre le famiglie italiane arrivano a spendere, tra i costi dei libri scolastici e quelli del materiale, anche 1000 euro, una cifra davvero proibitiva. Infatti non tutte le famiglie possono permettersi una spesa del genere e così molti ragazzi lasciano gli studi. Così nasce l’iniziativa di Roma “Di mano in mano“, lanciata dall’associazione Nonna Roma insieme all’Anpi di Villa Giordiani e all’Unione degli Studenti. In pratica da lunedì nella libreria Todomodo in via Bellegra 46 verrà allestito un mercatino per la compravendita dei libri per le scuole medie e superiori e per la raccolta dei materiali distribuiti alle famiglie in difficoltà. Un bel progetto finalizzato alla solidarietà tra gli studenti e tra i cittadini. Sempre Nonna Roma ha avviato un’altra proposta, “Matita sospesa”. Seguendo la tradizione del “caffè sospeso” napoletano, “Matita sospesa” vuole fare la stessa cosa ma con il materiale scolastico. Quindi una famiglia comprando in una delle cancellerie convenzionate può aggiungere alla spesa una matita, un quaderno, una penna etc. in più per regalarla a un ragazzo bisognoso. Un piccolo gesto che può significare molto e soprattutto che ha un gran valore simbolico.

Anche a Lonate Pozzolo parte il “Quaderno sospeso”

Anche in provincia di Varese, per la precisione a Lonate Pozzolo, parte un’iniziativa di solidarietà verso le famiglie in difficoltà con la spesa scolastica. Già l’anno scorso il Comune aveva cominciato a lanciarsi in questo tipo di iniziative e ed era riuscito a raccogliere 500 euro aiutando 12 famiglie. Perciò quest’anno ha deciso di riprendere l’iniziativa con “Quaderno sospeso“. Ma in cosa consiste? Chiunque lo voglia può comprare e lasciare un buono spesa del valore di 1, 2, 5, 10 euro presso tre cartolerie del paese da destinare a coloro che hanno difficoltà nell’acquistare l’attrezzatura scolastica. I volontari della Onlus Kay La si occuperanno di ritirare i buoni e di consegnarli alle rispettive famiglie.

 

© Riproduzione Riservata