Maturità 2019, seconda prova con Tacito e Plutarco al Classico

I ragazzi stamattina sosterranno la seconda prova, che da quest'anno sarà mista. Al classico: Tacito e Plutarco
Maturità 2019, seconda prova con Tacito e Plutarco al Classico

MILANO – Al via stamane alle ore 8.30 la seconda prova scritta dell’esame di maturità per circa 520 mila maturandi. Dopo aver fatto ieri tutti insieme la prima prova del tema d’Italiano, oggi gli studenti dovranno sostenere la prova calibrata in base al proprio indirizzo. Prova più temuta, la seconda prova quest’anno presenta delle novità, che hanno spaventato molto gli studenti.

LEGGI ANCHE: Maturità 2019, le tracce della prima prova

Le differenti prove

Sono Tacito e Plutarco gli autori della seconda prova al Liceo Classico: il testo di Tacito risale alle Historiae e riguarda l’episodio della fine di Galba. Quest’anno, a differenza degli anni passati, al classico per la seconda prova si avranno a disposizione 6 ore (mentre prima erano solo 4), per tradurre una versione di latino e per rispondere alle domande relative all’altro brano di greco. I due brani presentano tematiche comuni.
Per il liceo scientifico invece gli argomenti di matematica e di fisica sono il campo magnetico e quello elettrostatico.

Le novità

Perché così tante materie per la seconda prova? Semplice, perché da quest’anno le seconde prove per tutti gli indirizzi sono miste: mentre gli anni passati la prova era, per quanto riguardava il Classico, o greco o latino, quest’anno gli studenti dovranno mettersi alla prova con entrambe le lingue antiche, così anche per lo scientifico, con matematica e fisica.

Il Miur ha pubblicato il codice del plico telematico sul proprio sito www.miur.gov.it, e sui profili social. Le commissioni d’Esame coinvolte quest’anno sono 13.161 per 26.188 classi. I candidati iscritti alla Maturità sono 520.263, di cui 502.607 interni e 17.656 esterni. Il tasso di ammissione all’Esame è stato del 96,3%.

© Riproduzione Riservata