Sei qui: Home » Poesie » “Più d’ogni cosa nel cielo”, la romantica poesia di Edward E. Cummings
La poesia

“Più d’ogni cosa nel cielo”, la romantica poesia di Edward E. Cummings

“Più d’ogni cosa nel cielo” è un componimento scritto dal poeta americano Edward E. Cummings, una straordinaria dedica d’amore

Ricorre oggi l’anniversario del poeta americano Edward E. Cummings, nato a Cambridge il 14 ottobre 1894 e morto il 3 settembre del 1962 a North Conway. Oltre alla poesia, la sua arte si dedicava anche alla pittura, all’illustrazione e alla saggistica. Vi proponiamo la poesia “Più d’ogni cosa nel cielo”, una straordinaria dedica per la donna amata.

“Più d’ogni cosa nel cielo”

Più d’ogni cosa nel cielo
ti amo tanto (mio bel tesoro)
più di chiunque sulla terra e
mi piaci di più d’ogni cosa nel cielo
– sole e canti ti fanno festa se vieni
anche se l’inverno è ovunque
con tanto silenzio e tanto buio
niuno riesce a indovinare
(solo la mia vita) la vera stagione –
e se ciò che si chiama mondo avesse
la fortuna di udire quei canti (o di scorgere
quel sole che s’alza altissimo nel cuore
di qualcuno più che lieto ogni volta
che sei più vicino) tutti certo crederebbero
(tesoro mio bello) soltanto nell’amore.

Raccontare la meraviglia

In questo componimento Cummings vuole far sapere alla persona amata quanto sia importante e come si sente quando è con lei. La strana impostazione dello schema metrico è tipica della poesia di Cummings, che non utilizza punteggiatura, spazi o maiuscole, rende il componimento particolarmente fluido e scorrevole. Quasi fosse un canto recitato tutto d’un fiato con una lieve melodia. La persona a cui è rivolta la poesia suscita nell’autore una grande stima e un grande affetto. La sua bellezza e purezza d’animo, come si legge nella parte finale della poesia, sarebbero in grado di far credere nell’amore chiunque. Questo componimento riporta quasi al Dolce Stil Novo, dove la donna amata era l’immagine più alta di cui si potesse cantare.

 

Edward E. Cummings

Nato in Massachusetts, Edward Estlin Cummings è incoraggiato dal padre, un professore di sociologia e scienze politiche ad Harvard, a seguire le proprie inclinazioni letterarie e poetiche. Studia presso l’università di Harvard, dove, nel 1916, si laurea con lode in inglese e studi classici, e in particolare in latino e greco. Durante il periodo universitario analizza la scrittura di Gertrude Stein e Ezra Pound. Presta servizio fino al novembre del 1918. Dal 1921 al 1923 vive Parigi per poi tornare definitivamente negli Stati Uniti. Il talento di Cummings non è però indirizzato solo alla composizione di poesie. Scrive romanzi, libri per bambini e quattro commedie. Nel 1952 l’Università di Harvard gli concede una cattedra di professore onorario.

© Riproduzione Riservata