Sei qui: Home » Poesie » “Ho sognato la mia bella”, versi d’amore di Hikmet da dedicare a chi si ama
poesia d'amore

“Ho sognato la mia bella”, versi d’amore di Hikmet da dedicare a chi si ama

I versi della poesia di Nazim Hikmet possono rappresentare una dedica d'amore perfetta per manifestare alla persona che ha rapito il nostro cuore che stiamo pensando a lei.

Immagina di aver sognato la persona amata, oppure di essere impegnato nelle attività della quotidianità e di essere rapito da un solo pensiero. I versi “Ho sognato della mia bella / m’è apparsa sopra i rami”, contenuti all’interno della poesia “Ho sognato la mia bella” di Nazim Hikmet possono rappresentare una dedica perfetta per manifestare alla persona che ha rapito il nostro cuore che stiamo pensando a lei.

La dedica alla moglie

Sulla composizione dei versi tratti dalla poesia Ho sognato la mia bella, pubblicata nel ’64 nella raccolta Poesie d’amore non abbiamo notizie certe, possiamo però dedurre che il poeta li abbia scritti durante gli anni dell’esilio, molto probabilmente per sua moglie, rimasta bloccata in Turchia e che il poeta no rivedrà mai più a causa del clima politico della sua patria.

L’opera di Hikmet

Nazim Hikmet è il più importante poeta turco del Novecento, ricordato principalmente per il suo capolavoro, la raccolta Poesie d’amore, che testimonia il suo grande impegno sociale e il suo profondo sentimento poetico. Le sue poesie sono amate in tutto il mondo per arrivare dritte al cuore, grazie al linguaggio semplice “delle piccole cose”.

In Poesie d’amore, l’opera più famosa di Hikmet, pubblicata nel 1964, il poeta affronta tematiche legate all’impegno civile, alla speranza per un mondo migliore e all’amore con un linguaggio semplice, romantico e diretto.

.

Ho sognato della mia bella

Ho sognato della mia bella
m’è apparsa sopra i rami
passava sopra la luna
tra una nuvola e l’altra
andava e io la seguivi
mi fermavo e lei si fermava
la guardavo e lei mi guardava
e tutto è finito qui.

© Riproduzione Riservata