Sei qui: Home » Poesie » È morto Max Conteddu, il poeta dei social che raccontava la malattia
Ciao Max

È morto Max Conteddu, il poeta dei social che raccontava la malattia

"Tenete in tasca un po’ di sole. Ne avrete bisogno quando farà buio nella vostra vita“, sono le ultime parole con cui Max Conteddu si è congedato per sempre dai suoi follower

È morto Massimiliano “Max” Conteddu, star di Twitter, dove era conosciuto come @Istintomaximo. Aveva conquistato migliaia di follower, con i suoi post ironici e poetici con i quali raccontava il suo tumore al cervello. Il ragazzo sardo, autore del libro “Le cinque chiavi”, dopo aver scoperto di essere malato, aveva deciso di condividere tutto della sua malattia coi suoi oltre 40 mila follower. Il suo ultimo tweet risale al 10 febbraio scorso, quando ha pubblicato 9 cuori e uno zero finale che alcuni hanno interpretato come un conto alla rovescia, mentre il giorno prima scriveva: “Tenete in tasca un po’ di sole. Ne avrete bisogno quando farà buio nella vostra vita”.

diario nadia toffa

“Non fate i bravi”, esce il diario di Nadia Toffa. L’annuncio della mamma

Il diario postumo di Nadia Toffa si intitola “Non fate i bravi” e raccoglie i pensieri della conduttrice negli ultimi mesi di vita

Chi era Max Conteddu

Originario di Siniscola, Max Conteddu aveva iniziato la sua battaglia un anno fa e ai tanti followers che paragonavano la sua vicenda a quella di Nadia Toffa aveva risposto in maniera molto diretta:”Chiariamoci una volta per tutte: lei definì il tumore come un dono, perché le aveva fatto aprire gli occhi. Ma io gli occhi li avevo già aperti prima di questo intruso. Non è un dono, è una maledizione. Nadia, resti comunque una guerriera”, diceva. Ma nei suoi messaggi c’era anche uno straordinario senso dell’umorismo.

“Il cancro non è un dono”

La scoperta della malattia era arrivata lo scorso anno: ma lui aveva scelto di non arrendersi e combattere. Come Nadia Toffa, di cui scriveva: “Chiariamoci una volta per tutte: lei definì il tumore come un dono, perché le aveva fatto aprire gli occhi. Ma io gli occhi li avevo già aperti prima di questo intruso. Non è un dono, è una Maledizione. Nadia, resti comunque una guerriera”.

nadia-toffa

Nadia Toffa, “Dai bambini ho imparato a combattere la malattia”

E’ passato un anno esatto dalla morte di Nadia Toffa. Noi la ricordiamo attraverso un’intervista di un anno fa, in cui Nadia testimoniava la sua lunga lotta contro il cancro

© Riproduzione Riservata