Sei qui: Home » Poesie » Dicembre, la poesia di Carola Prosperi che celebra l’ultimo mese dell’anno
poesie d'autore

Dicembre, la poesia di Carola Prosperi che celebra l’ultimo mese dell’anno

Tutto quello che rappresenta il dodicesimo mese dell'anno è reso in versi nella poesia "Dicembre" di Carola Prosperi.

E’ iniziato il mese di Dicembre: 31 giorni che ci porteranno alle festività del Natale e di fine anno. Tutto quello che rappresenta il dodicesimo mese dell’anno è reso in versi nella poesia “Dicembre” di Carola Prosperi.

Dicembre

Va novembre,
vien dicembre.
Ciel nebbioso
suoI fangoso…
Sopra i rami brulli e tetri
soffia il vento e batte ai vetri,
mentre il passero sul tetto,
trema al vento, poveretto.

L’ultimo mese dell’anno

Dicembre è un mese ricco di avvenimenti: si dice arrivederci all’autunno per dare il benvenuto all’inverno, si saluta l’anno vecchio per dare il benvenuto al nuovo. Dicembre è il mese della montagna, della neve, dei mercatini di Natale. Ma dicembre è anche il mese del freddo, della nebbia, del vento che soffia e “batte ai vetri”.

La poesia di Carola Prosperi dedicata a questo particolare mese contiene un susseguirsi di brevi  espressioni che offrono un’immagine viva dell’inverno, in cui “il passero sul tetto” sembra una metafora che indica il nostro essere inermi di fronte alle intemperie, anch’esse metaforicamente traducibili in tutte quelle problematiche esterne che si è costretti ad affrontare.

 

Parlare in versi

La poesia d’autore come quella che abbiamo appena analizzato è protagonista in Parlare in versi“, un libro che nasce dalla convinzione che le belle parole, i versi poetici possono essere la linfa vitale per lo sviluppo di relazioni positive e costruttive. Scritto dal fondatore di Libreriamo Saro Trovato, l’idea del libro è stata quella di realizzare una guida per aiutare nella scelta, in modo veloce e immediato, della frase più giusta tratta da poesie classiche e più contemporanee da utilizzare a seconda del momento o della situazione.

 

© Riproduzione Riservata