Ambiente e Clima

Fridays for Future, il 24 maggio tutti a scioperare per il clima

Venerdì 24 maggio ci sarà il secondo sciopero mondiale in difesa del clima e dell'ambiente, organizzato dai Fridays for Future
Fridays for Future, il 24 maggio tutti a scioperare per il clima

MILANO – Dopo il successo dello scorso 15 marzo, oggi venerdì 24 maggio si replica il Global Strike for Future, lo sciopero mondiale in difesa dell’ambiente e del clima, guidato dalla sedicenne svedese Greta Thunberg che sciopera ogni venerdì di fronte al Parlamento svedese.

LEGGI ANCHE: “La nostra casa è in fiamme”, la storia di Greta Thunberg

Il secondo sciopero mondiale

Lo sciopero globale in difesa del clima, organizzato dai Fridays for Future, con lo scopo di sollecitare le aziende e la politica ad adottare strategie alternative in favore dell’ambiente e rafforzare la consapevolezza che se continuiamo in questo modo nel 2050 ci sarà più plastica che pesci nel mare e ancora prima il pianeta come lo conosciamo adesso non ci saprà più. Così, oggi studenti, attivisti, esperti sciopereranno in 130 città italiane e in più di 110 nazioni nel mondo.
Alla manifestazione di Roma partecipano anche il geologo Mario Tozzi e il fisico climatologo del Cnr; invece a Milano due sono i cortei: uno alle 9.30, che si è radunato in piazza Cairoli, che vede sfilare gli studenti, e una marcia cittadina alle 18.00.

Milano dichiara lo stato di Emergenza Climatica e Ambientale

Il 20 maggio Milano ha deliberato lo Stato di Emergenza Climatica e Ambientale. Il documento è stato approvato con 31 voti a favore e sei contrari: il comune quindi si impegna a “predisporre entro sei mesi iniziative per la riduzione delle emissioni e per l’introduzione di energie rinnovabili, per incentivare il risparmio energetico nei settori della pianificazione urbana, nella mobilità, negli edifici, nel riscaldamento e raffreddamento, sviluppando ulteriormente il progetto di riforestazione urbana già in atto.“.

 

© Riproduzione Riservata