Perché si dice…”pagare il fio e lo scotto” ?

Perché si dice..."pagare il fio e lo scotto" ?

Prosegue il nostro viaggio alla scoperta delle origini storiche e gli aneddoti che si celano dietro le espressioni che usiamo quotidianamente durante la vita di tutti i giorni. Oggi vi spiego l’origine e il significato dell’espressione “pagare il fio e lo scotto“.

Donde provengono queste due espressioni di identico significato e note a tutti in quanto si fanno “scendere in campo” quando si vuole mettere in evidenza il castigo o la pena dovuta per rimediare a una colpa o a un comportamento non certo irreprensibile? Vediamolo assieme.

Il  “fio” (dal francese antico “fieu”, feudo e per estensione ‘tassa’) era il tributo che i vassalli dovevano pagare al padrone-signore; mentre lo “scotto” (dal franco “skot”, tassa) era il prezzo da pagare dopo aver mangiato e alloggiato in una locanda. Con il trascorrere del tempo i due termini hanno subito una “metamorfosi semantica” acquisendo il significato di “pena”, “castigo”: non hai rispettato gli impegni, ora pagane lo “scotto”, subisci, cioè, le conseguenze del tuo deprecabile comportamento.

 

 

 

 

 

 

 

© Riproduzione Riservata
Commenti