#RispettaLeDonne

“Violenza sulle donne, il problema è la prevenzione”, il pensiero della scrittrice Michela Marzano

E' questo il cuore del problema legato alla violenza sulle donne secondo la scrittrice. Ecco la sua testimonianza e riflessione in occasione della Giornata contro la violenza sulle donne
I diritti dei figli, il pensiero della scrittrice Michela Marzano

MILANO – “Fino a quando non si riuscirà a capire che il nodo del problema è la prevenzione, non si riuscirà minimamente a incidere su questo dramma ormai strutturale”. E’ questo il cuore del problema legato alla violenza sulle donne secondo la scrittrice Michela Marzano. Ecco la sua testimonianza e riflessione in occasione della Giornata contro la violenza sulle donne

.

“Che il 25 novembre sia la Giornata internazionale per l’eliminazione delle violenze contro le donne, ormai, lo sappiamo tutti. Esattamente come sappiamo tutti che, nonostante la ratifica della Convenzione di Istanbul e l’approvazione in moltissimi Paesi, Italia compresa, di numerose misure finalizzate al contrasto delle violenze di genere e delle discriminazioni, le vittime continuano ad essere tantissime.

Certo, i colpevoli sono oggi puniti e, talvolta, le pene sono esemplari. Certo, nei centri antiviolenza le vittime vengono protette, accudite e aiutate. Ma fino a quando non si riuscirà a capire che il nodo del problema è la prevenzione, non si riuscirà minimamente a incidere su questo dramma ormai strutturale.

Le violenze di genere, d’altronde, rappresentano un vero e proprio problema antropologico: per cultura e per tradizione, alcuni uomini pensano di incarnare la “norma” e di poter essere “padroni”; in parte destabilizzati dall’autonomia femminile, non sopportano che questi “oggetti di possesso” possano diventare autonomi; in parte insicuri e incapaci di sapere “chi sono”, accusano le donne di mettere in discussione la propria superiorità.

Un problema identitario quindi, che si traduce poi in un problema relazionale. E che prima o poi sfocia nel dramma: minacce, stalking, aggressioni e femminicidi. Con un aumento, in questi ultimi anni, della “violenza assistita” ossia del fatto che sono sempre più numerosi i bambini che assistono alla violenza subita dalle madri. Ecco perché dietro la questione della prevenzione, c’è soprattutto la necessità di riscrivere la grammatica delle relazioni non solo tra gli uomini e le donne, ma anche tra gli uomini e gli uomini, le donne e le donne.”

 

Michela Marzano

.

© Riproduzione Riservata
Commenti