Libri rubati a Viareggio

Viareggio, rubati i libri della biblioteca di strada

Questa "biblioteca da strada" era nata più di un anno fa sul davanzale di una casa di via Paolo Savi, a Viareggio. Mese dopo mese è cresciuta, si è ampliata e ha trovato sempre più assidui frequentatori
Viareggio, rubati i libri della biblioteca di strada

MILANO – A Viareggio sono stati rubati i libri di una biblioteca, un gesto ignobile e senza senso. La notizia, riportata dal Tirreno, ha scosso molte persone. Più che una di una biblioteca, si trattava di una serie di libri messi gratuitamente a disposizione di chiunque per soddisfare il bisogno di vivere le storie dei romanzi, la voglia di combattere coi tre moschettieri o di scappare dalla prigione insieme a Edmond Dantès. Un bookcrossing che invitava tutti a prendere un libro e lasciarne un altro. “Nel giro di un paio di giorni – ha scritto Federica su un cartello appeso al davanzale dove risiedevano i libri – tutti i libri sono stati portati via in blocco, forse per essere rivenduti in qualche mercatino o forse perché, semplicemente, questa iniziativa dava fastidio a qualcuno. Mi dispiace per chi ne usufruiva regolarmente e per chi, insieme a me, ha condiviso in questo anno e mezzo le sue passioni. Viva la cultura, abbasso l’inciviltà”.

LA BIBLIOTECA DA STRADA –  Questa “biblioteca da strada” era nata più di un anno fa sul davanzale di casa di Federica, in via Paolo Savi, a Viareggio. Mese dopo mese è cresciuta, si è ampliata e ha trovato sempre più assidui frequentatori, che hanno sposato con entusiasmo l’iniziativa dell’insegnante Federica. Ora, con grande rammarico, è tutto finito.

PHOTO CREDITS: iltirreno.gelocal.it

© Riproduzione Riservata
Commenti