Libri a Cortina

Una Montagna di Libri, grande successo per la IX edizione

''Basta piangere è una frase d'amore, non di polemica. E' la frase che mi diceva mia madre quando mi vedeva sfiduciato. Tra le due Italie irredimibili della burocrazia e del populismo c’è un’Italia che chiede uno scossone''. E' stato Aldo Cazzullo a chiudere...

 Venticinque incontri, oltre 5mila ospiti 50 ore di dibattito. E ora, appuntamento all’estate
 

MILANO – “Basta piangere è una frase d’amore, non di polemica. E’ la frase che mi diceva mia madre quando mi vedeva sfiduciato. Tra le due Italie irredimibili della burocrazia e del populismo c’è un’Italia che chiede uno scossone”. E’ stato Aldo Cazzullo a chiudere, sabato, la IX, rutilante edizione di Una Montagna di Libri. La manifestazione protagonista della stagione letteraria di Cortina d’Ampezzo ha puntato in una stagione lunga oltre tre mesi sulle voci di grandi autori internazionali, insieme a un solido parterre di protagonisti della letteratura veneta e italiana.

I NUMERI – La rassegna – nata nel 2009 dall’iniziativa di Francesco Chiamulera, storico cortinese, che ne è responsabile, con i presidenti onorari Vera Slepoj ed Alberto Sinigaglia – si tiene in due edizioni annuali, a Cortina d’Ampezzo. Il bilancio dell’inverno 2013/14 conferma la solidità dell’iniziativa: “oltre venticinque eventi tutti a ingresso libero, quasi cinquanta ore di programmazione, circa cinquemila ospiti intervenuti in sala e quasi sessanta relatori”, spiegano gli organizzatori. “Numeri che ci riempiono di soddisfazione, e che, accompagnati alla qualità degli incontri organizzati, ci incoraggiano a proseguire su questa strada. Una Montagna di Libri è uno spazio libero di incontro e riflessione, aperto a tutti”.

I NOMI – Da dicembre a marzo, a Una montagna di Libri si sono dati appuntamento nel cuore pulsante di Cortina narratori, intellettuali, giornalisti, artisti e figure della cultura e delle Istituzioni come Emmanuel Carrère, Dacia Maraini, Melania G. Mazzucco, Eugenio Scalfari, Silvia Avallone, Paolo Mieli, Innocenzo Cipolletta, Domenico Quirico, Khaled Fouad Allam, Claudio Martelli, Bruno Vespa, Aldo Cazzullo, Giordano Bruno Guerri, Vittorio Feltri, Arrigo Cipriani, Giuseppe Bortolussi, Gennaro Sangiuliano, Antonio Caprarica, Antonello Caporale, Costantino D’Orazio, Paolo Maria Noseda, Marina Valensise, Giovanni Orsina, Amedeo Minghi, Marisa Fumagalli, Marino Zorzato, Alessandro Russello, Elisabetta Lattanzio Illy, Beppe Gioia, Omar Monestier, Massimo Mamoli, Patrizio Milan, Umberto Tirelli, Silvio Monfardini, Antonio Ramenghi, Alessandro Zangrando, Roberto Nardi, Elisabetta Lattanzio Illy, Lorenzo Capellini, Francesca Bertuzzi, Ario Gervasutti, Marcella Corrà, Giorgio Benati, Gian Carlo Zaffanella, Daniela Minerva, Christian Furtschegger, Evaldo Gaspari, Ennio Rossignoli, Nicoletta Cargnel, Stefania Zardini Lacedelli. 

APPUNTAMENTO ALL’ESTATE – Ora, Una Montagna di Libri si prepara all’estate. Come sempre a metà del prossimo luglio, quando avrà inizio la X Edizione della rassegna di incontri con l’Autore, ovviamente nella Regina delle Dolomiti. È tutto pronto per i prossimi incontri, con un programma ricchissimo. Una Montagna di Libri, un’esperienza che dura ormai da quattro anni, è possibile grazie al sostegno della Regione Veneto e del Comune di Cortina d’Ampezzo. Da quest’inverno Una Montagna di Libri è organizzata in media partnership con RAI Radio3, che porta la voce di alcuni degli autori ai microfoni delle trasmissioni della rete. La rassegna si avvale della sponsorizzazione del Gruppo Veneto Banca, che ne sostiene le iniziative a favore della cultura e della conoscenza. Anche Cantina di Soave e Bibanesi sostengono la rassegna. Main media partner della manifestazione è il Corriere del Veneto.

LE SEDI – Una Montagna di Libri ha preso posto negli spazi pubblici del Palazzo delle Poste, dell’Alexander Girardi Hall, del Cinema Eden di Cortina, del Museo d’Arte Moderna Mario Rimoldi e del Museo Etnografico Regole d’Ampezzo. Nelle serate, presso lo storico albergo cortinese Miramonti Majestic Grand Hotel, la rassegna ha organizzato un ricco carnet di eventi che ha accompagnato gli ospiti per tutta la stagione, nell’hotel cinque stelle ampezzano simbolo della grande tradizione dell’accoglienza. In chiusura degli incontri, le degustazioni organizzate per il pubblico in sala. Accanto ai Bibanesi, sarà possibile assaggiare il vino di Marco Felluga, Bonifacio Barbaresco, Casa Vinicola Zonin, Franco Bernardi Prosecco, Ca’ Ferri.

11 marzo 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti