Tutto pronto per Umbrialibri 2012, la kermesse culturale per riflettere sullo stato degli italiani

Un'occasione di confronto tra personalità di primissimo piano del mondo della cultura sui temi di rilievo nazionale e internazionale. E' questo Umbrialibri, la kermesse culturale giunta quest'anno alla XVIII edizione, un appuntamento con la letteratura entrato a pieno titolo tra gli eventi più importanti dell'Umbria...

Si tiene a Perugia e Terni la XVIII edizione della manifestazione. Libri e incontri tematici per discutere sulla la condizione degli italiani, nel rapporto col presente, col passato e nei possibili scenari futuri

 

MILANO – Un’occasione di confronto tra personalità di primissimo piano del mondo della cultura sui temi di rilievo nazionale e internazionale. E’ questo Umbrialibri, la kermesse culturale giunta quest’anno alla XVIII edizione, un appuntamento con la letteratura entrato a pieno titolo tra gli eventi più importanti dell’Umbria. La manifestazione organizzata dalla Regione Umbria quest’anno si svolgerà da domani fino al 4 novembre a Terni, presso la sede del Centro culturale Caos, e a Perugia dall’8 all’11 novembre, all’interno della Rocca Paolina e in altri luoghi del centro storico.

 

IL TEMA – Lo stato degli italiani è il tema scelto per l’edizione 2012 di Umbrialibri. Il tema pone una relazione storica e culturale: lo stato come condizione e lo stato come istituzione. Letteratura e riflessione sulla condizione degli italiani – come popolo, nazione e senso di identità – vanno di pari passo nei secoli. Da Dante a Pasolini, i principali intellettuali di ogni epoca hanno sentito, sofferto e vissuto questo tema, e ne hanno dato conto nelle proprie opere. Senza questo patrimonio culturale, frutto di un dialogo nel tempo tra generazioni lontane, avremmo una percezione e una realtà molto più povere dello stato degli italiani.

 

PARTECIPAZIONE – Umbrialibri 2012 offre perciò un’occasione per discutere, attraverso libri e incontri tematici, su molte domande ed alcune possibili risposte circa la condizione degli italiani, nel rapporto col presente, col passato e nei possibili scenari futuri. La parola d’ordine è “partecipazione”. Quest’anno Umbria libri ha scelto di costruire la nuova edizione lasciando spazio al pubblico per renderlo il più possibile partecipe. È possibile, infatti, compilare sul sito della manifestazione un apposito forum, scegliendo un aggettivo e un colore che descrivano e rappresentino "Lo stato degli italiani", e rispondendo alla domanda “Può esistere un paese senza letteratura?”. Obiettivo è una riflessione sulla funzione della letteratura al di là dei discorsi di mercato, o delle mode del momento.

 

I PROTAGONISTI A TERNI – Approfondimenti, dibattiti, seminari, panel tematici e laboratori. Questo e altro ancora per Umbrialibri 2012 che, come ogni anno, può godere della presenza di illustri ospiti provenienti dal mondo della letteratura e dell’editoria. Nell’edizione di Terni, Ascanio Celestini presenterà il libro Pro Patria: da Mazzini a Celestini, un’autobiografia della Repubblica Italiana, vista dal carcere, il vero “cuore dello Stato” secondo il popolare attore e regista. Appuntamento al femminile quello che riguarda il libro Noi che costruiamo gli uomini di Luisella Costamagna per un appello appassionato rivolto a tutte le donne, affinché diventino fino in fondo padrone delle proprie scelte e del proprio destino. La presentazione del libro Una giornata con Tabucchi sarà invece un’occasione per ricordare insieme a Arnaldo Colasanti, Paolo Di Paolo, Romana Petri e Ugo Riccarelli il grande e prestigioso autore di Sostiene Pereira recentemente scomparso. Gli autori della Collana Sabot/AGE Mattia Maistri (Tersite Rossi), Piergiorgio Pulixi, Roberto Riccardi, Eduardo Savarese, coordinati da Massimo Carlotto, saranno protagonisti della Notte Noir, una serata che rivelerà il lato «oscuro» degli italiani. Ultima, ma non meno importante anticipazione della sezione ternana è per il libro di Eugenio Baroncelli, Falene. 237 vite quasi perfette. Un autore che può vantare un fan di tutto rispetto, Roberto Saviano, che di Baroncelli scrive su L’Espresso: «Uno scrittore che parla di uomini e donne che vivono ogni giorno della loro vita come se fosse l’ultimo».

 

A PERUGIA SI APRE CON AUGIAS – L’apertura della sezione perugina è affidata a Corrado Augias, che presenterà il suo Segreti d’Italia. Sono previsti inoltre Stefano Benni (Di tutte le ricchezze), Guido Barzoletti (L’ombra di Don Giovanni) e il Premio Campiello 2012 Carmine Abate, con il romanzo La collina del vento, incentrato sul tema della migrazione. Di particolare interesse l’incontro con due autori stranieri diversi nello stile, ma uniti nel successo che stanno conoscendo: Pablo D’Ors e Patrik Ourednik. Walter Veltroni ed Emanuele Trevi (finalista al Premio Strega 2012) riporteranno l’attenzione sull’omicidio di Pier Paolo Pasolini in un incontro dedicato al grande intellettuale.  Durante la rassegna sono previsti i seminari aperti della rivista Lo Straniero; presenti, tra gli altri, il fondatore Goffredo Fofi e il vicedirettore Alessandro Leogrande. Massimo Cacciari sarà protagonista di un incontro su Dante e la nascita delle Filosofia del linguaggio. Particolare appuntamento di questa edizione sarà inoltre l’intervista «immaginaria» a Karl Marx. I due interlocutori saranno Antonio Gnoli e Giacomo Marramao. A Wu Ming 1 sarà affidato uno sguardo di prestigio alla cultura locale, attraverso personaggi indimenticabili. Lo scrittore del collettivo di culto Wu Ming presenterà infatti il libro dedicato all’alter ego di Paolo Vinti, Paul Beathens: Con emozione…Con emozione altissima.

1 novembre 2012

© Riproduzione Riservata
Commenti