A Polignano a Mare dal 6 luglio

Torna il festival “Il libro possibile”, tra letteratura e spettacolo

Torna a Polignano a Mare il festival che tratta temi e aspetti diversi della realtà tra incontri, reading e spettacoli teatrali
Torna il festival "Il libro possibile", tra letteratura e spettacolo

MILANO – Torna il festival Il libro possibile, evento culturale di punta dell’estate pugliese, in programma nel suggestivo centro storico di Polignano a Mare, nelle quattro serate dal 6 al 9 luglio, con eventi gratuiti a partire dalle 19:30. È una storia di successi lunga 15 anni, durante i quali il connubio tra arte, cultura, bellezza e promozione del territorio pugliese ha permesso una magia: vedere la cultura assumere un ruolo da protagonista. Centro di tutto i libri, quelli capaci di far rinascere e alimentare i dibattiti sulla realtà e sulle idee. È così che si rendono possibili la formazione del libero pensiero e il libero scambio di vedute.

I TEMI – Per questo gli incontri proposti da “Il libro possibile” trattano temi e aspetti diversi della realtà. È l’unicità di un festival capace di affiancare armoniosamente i nomi della letteratura impegnata con i personaggi del mondo dello spettacolo, di eludere la barriera tra cultura di nicchia e nazional-popolare, e di attrarre un pubblico in crescita di anno in anno che raggiunge Polignano da tutta Italia e persino dall’estero. Sono oltre 100 mila gli spettatori previsti per l’edizione 2016 del Libro Possibile, pronti a invadere il borgo nei quattro giorni in cui si svolgerà il festival. L’iniziativa nasce grazie all’impegno della direttrice artistica Rosella Santoro e del presidente dell’associazione culturale Artes, Gianluca Loliva. Anche quest’anno grandi nomi del mondo dello spettacolo e della cultura animeranno le sei piazze di Polignano a Mare per renderle luoghi di incontri, reading, spettacoli teatrali, con le lectio magistralis e le tavole rotonde sulla cultura, l’attualità, la politica, l’economia e la nostra società.

GLI OSPITI – La XV edizione del festival Il libro possibile vede un parterre di ospiti più ricco e variegato che mai. Dal fondatore di Emergency Gino Strada ai volti noti del giornalismo italiano come Gianluigi Nuzzi, Enrico Mentana, Marco Travaglio, Alan Friedman, Marco Lillo e Gennaro Sangiuliano. Senza dimenticare personalità del calibro del ministro Andrea Orlando, del segretario della FIOM-CGIL Maurizio Landini, del presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione Raffaele Cantone, dei deputati Alessandro Di Battista, Daniela Santanché e Mario Marazziti, di Michele Ainis con Vittorio Sgarbi, del massmediologo Carlo Freccero e del cantante Al Bano Carrisi.

PRIME NAZIONALI – Sono solo alcuni dei personaggi che animeranno le piazze del festival Il libro possibile. Anche per la XV edizione, diversi ospiti hanno scelto Polignano a Mare per presentare in prima nazionale le loro ultime opere. Per la prima volta in Italia ci saranno l’economista e filosofo francese Serge Latouche, con il suo ultimo saggio La decrescita prima della decrescita; il direttore del Fatto Quotidiano Marco Travaglio con il libro Perché no, nato dall’omonimo spettacolo del giornalista sul referendum costituzionale; Rosario Simone con il romanzo Musafir e i giornalisti Massimiliano Scagliarini e Giovanni Longo con il libro inchiesta Niente treni la domenica. Moltissimi gli autori tra cui Gianrico Carofiglio, Concita De Gregorio, Stefano Piedimonte, Salvatore Striano, Elena Varvello e molti altri.

© Riproduzione Riservata
Commenti