Su Repubblica, il nuovo volto di Malaussène, il personaggio di Pennac approdato sul grande schermo

LA CRITICA QUOTIDIANA - Dalle pagine di Repubblica, Laura Putti presenta la nuova trasposizione cinematografica della grande saga letteraria di Daniel Pennac...

Uscirà il 14 novembre prossimo nelle sale italiane il film tratto dal primo capitolo della saga di Belleville, grande successo di Daniel Pennac

LA CRITICA QUOTIDIANA – Dalle pagine di Repubblica, Laura Putti presenta la nuova trasposizione cinematografica di una grande saga letteraria: uscirà infatti nelle sale italiane il 14 novembre prossimo  il film tratto dal primo dei sei romanzi della saga di Belville, firmata dal grande scrittore francese Daniel Pennac.


PENNAC APPRODA SUL GRANDE SCHERMO
– Dopo essere stato il protagonista di ben sei romanzi appartenenti alla saga di Belleville, ora Monsieur Malaussène approda sul grande schermo. Per il padre dell’affascinante personaggio, lo scrittore Daniel Pennac, si è trattato di un passo molto importante, psicologicamente parlando, in quanto fino a quel momento, come affermato da lui stesso, non di era mai posto il problema di dare un volto al suo pupillo “Fino all’incontro con il regista Nicolas Bary non mi ero mai posto il problema dell’aspetto fisico di Malaussène, o della sua voce. Anche perché nei romanzi non li ho mai descritti”. Il personaggio sarà interpretato da Raphael Personnaz, considerato uno degli attori più affascinanti del cinema francese.

ROMANZO E FILM A CONFRONTO – “Il paradiso degli orchi”, in uscita il prossimo 14 novembre, racconta il primo dei sei capitoli della saga di Belleville. Si è trattato senza alcun dubbio di una sorta di compromesso tra Pennac e il regista, Nicolas Bray. L’autore infatti ha dichiarato di essere rimasto fermo su alcuni passaggi e dettagli che riteneva fondamentali, e che non avrebbe accettato fossero sovvertiti all’interno del film. Al contrario, ha acconsentito ad alcune variazioni piuttosto sensibili proposte da Bray, una su tutte l’eliminazione di un personaggio, Theo, il grande amico della tribù di Malaussène. Nel complesso, Pennac si è dichiarato soddisfatto della trasposizione cinematografica del primo capitolo di una delle sue saghe più amate, affermando: “Non mi dispiace il nuovo equilibrio cinematografico tra commedia e tragedia. Il regista lo risolve bene. Mi dispiace forse che il quartiere di Belleville si veda poco”.


18 ottobre 2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti