Stephen King

Stephen King in quarantena, “Mi sento come Jack Torrance in Shining”

Stephen King commenta così in un'intervista questo periodo di quarantena forzata a causa del Coronavirus, tra scrittura di un nuovo libro e paragoni con i precedenti
Stephen King in quarantena, "Mi sento come Jack Torrance in Shining"

“Mi sento come Jack Torrance, per l’amor di Dio”. Ad affermarlo Stephen King in una recente intervista rilasciata a Vanity Fair per commentare come sta trascorrendo questo periodo di quarantena forzata a causa del Coronavirus.

Se i libri di Stephen King “prendono vita”

L’autore è in Florida, con sua moglie Tabby e il suo cane Molly, che cerca di rimanere “sano di mente”. Nel frattempo, ciò che ha scritto nei suoi libri sembra prendere vita intorno a lui. Le persone continuano a confrontare la stranezza della pandemia COVID-19 con quella molto più mortale che ha spazzato il mondo nel suo romanzo “L’ombra dello scorpione“. Tracciano parallelismi tra Donald Trump e Greg Stillson, il politico egomane e pericoloso per il mondo del libro “La zona morta“. Anche la recente corsa nei negozi di alimentari ha vaghi echi di “The Mist“, in cui gli acquirenti si sono opposti mentre erano circondati da minacce invisibili.

 

King non si sente bene nel vedere le cose peggiori che può immaginare di diventare realtà. Preferirebbe rimanere nel regno dell’impossibile. “Va bene, la cosa peggiore che potrebbe accadere, in termini di carriera, è che in qualche modo, nella nostra società, abbiamo impollinato il nostro Greg Stillson con L’ombra dello scorpione“, ha detto l’autore.

Come il protagonista di Shining

Anche lui non può fare a meno di fare un confronto. “Sto lavorando a un libro, quindi la mattina dimentico tutto e lo faccio. Volevo tempo per lavorare su un libro, ho avuto un sacco di tempo “, ha detto. “Mi sento come Jack Torrance”. A differenza del padre di “Shining“, King non è ancora impazzito, ma sa che la noia può spingere chiunque al limite. Il sollievo dall’affaticamento della quarantena è uno dei motivi per cui lui e Scribner hanno deciso di pubblicare in America il suo nuovo libro, la collezione di racconti “If It Bleeds“, questo mese, qualche settimana prima del previsto debutto di maggio. Attenzione: Stephen King escogita un modo completamente nuovo di distruggere il mondo in una delle storie.

© Riproduzione Riservata
Commenti