LIBRI - A Milano l'autrice britannica per Bookcity

Sophie Kinsella, ”Mi diverto a scrivere i mie libri. Dopo quattro anni ho ritrovato una vecchia amica”

Ovviamente i posti a sedere della Sala Viscontea al Castello Sforzesco sono finiti in men che non si dica: tutti in attesa di Sophie Kinsella, l’ironica Jane Austen dei tempi moderni...

Tra i tanti incontri in programma nella giornata di ieri sera, grande attesa per la regina dello Shopping, Sophie Kinsella, che ha presentato al pubblico di BookCity il suo ultimo libro I Love Shopping a Hollywood

MILANO – Ovviamente i posti a sedere della Sala Viscontea al Castello Sforzesco sono finiti in men che non si dica: tutti in attesa di Sophie Kinsella, l’ironica Jane Austen dei tempi moderni, che ieri sera è arrivata a Milano per parlare del suo ultimo libro “I Love Shopping a Hollywood” in occasione di Bookcity 2014.

BECKY TORNA DOPO QUATTRO ANNI – Per le fan della Kinsella, Rebbecca, la protagonista dei suoi libri, è un personaggio molto conosciuto e alla domanda di Luca Bianchini, scrittore e presentatore della serata, “Chi di voi in sala conosce Becky?”, tutti hanno alzato la mano (eh sì, perché tra i fan della Kinsella non ci sono solo le donne!). “Wow – commenta l’attrice alla vista di tutte quelle mani alzate – ho scritto questo libro dopo 4 anni dall’ultimo, è per me tornare a scrivere delle avventure di Becky è stato come ritrovare una vecchia amica. Bello, abbiamo tutti un’amica in comune quindi”. Insomma, dalla prima edizione di I love Shopping uscita nel 2000, impossibile non affezionarsi ai personaggi e allo stile di Sophie Kinsella, che è ironica non solo nei suoi libri ma anche nella vita. Una serata, quella di ieri, caratterizzata soprattutto dalle tante risate del pubblico.

SCRIVERE E DIVERTIRSI – “Quando scrivo i miei libri mi diverto tantissimo perché riesco proprio ad immaginarmela Becky in quelle situazioni assurde”. Forse è questo il segreto del grande successo di Sophie Kinsella che ha unito il dovere al piacere. Ma non parlatele del film, l’unico uscito su ispirazione del suo romanzo, “Era carino sì, ma non mi è piaciuto. Il libro ha tutto un altro sapore”.

RED CARPET – Dunque Rebecca Bloomwood è tornata a fare danni, dopo aver devastato New York, essersi sposata, aver scoperto una sorella, essere diventata mamma di un’altra pazza degli acquisti. Ora Becky, massimo della gioia, si è trasferita a Los Angeles per seguire il marito, manager di una famosa attrice e resta affascinata dal glamour del cinema. “Non riuscivo proprio ad immaginarmi Becky a Los Angeles, nella patria della città crudista per eccellenza, dove tutti sono famosi, magrissimi e super in forma – spiega la Kinsella – ma ho pensato? Come posso mettere in riga Rebecca? Facendola correre! E infatti in questo libro lei corre, tanto, per seguire gli attori famosi che si incontrano ad Hollywood, salvo poi fermarsi ogni tanto per ammirare qualche vetrina!”. Altra scena esilarante, è quella del red carpet, perché Becky anche in questo libro ce la fa a diventare a famosa per un po’ e viene invitata ad una serata speciale, ma qualcosa va storto, proprio su quella lunga passerella rossa. Come si affronta un red carpet? Lo spiega la Kinsella durante la serata, che fa alzare tutti gli ospiti in sala per insegnare loro le pose giuste da assumere davanti ai giornalisti!

15 novembre 2014

RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti