”Scrivere il Mediterraneo”, la Summer School della Scuola Holden

Il Mediterraneo, nel suo ruolo simbolico di mediatore fra terre e culture, è il grande protagonista della Summer School di Scrittura ''Scrivere il Mediterraneo''. Il corso è organizzato dalla Scuola Holden in collaborazione con la Libreria Liberrima nell'ambito di ArtLab 12, annuale appuntamento in cui si riunisce la comunità intellettuale per discutere nuove idee e politiche per la cultura, dal 22 al 27 settembre a Lecce...

Organizzata da Scuola Holden insieme a Liberrima, la Summer School si terrà dal 22 al 27 settembre a Lecce, in occasione di ArtLab 12

 

MILANO – Il Mediterraneo, nel suo ruolo simbolico di mediatore fra terre e culture, è il grande protagonista della Summer School di Scrittura “Scrivere il Mediterraneo”. Il corso è organizzato dalla Scuola Holden in collaborazione con la Libreria Liberrima nell’ambito di ArtLab 12, annuale appuntamento in cui si riunisce la comunità intellettuale per discutere nuove idee e politiche per la cultura, dal 22 al 27 settembre a Lecce.

 

IL PROGRAMMA – La Summer School inaugurerà il 22 settembre con una Masterclass tenuta da Alessandro Baricco. Successivamente, per sei giorni, i partecipanti saranno invitati a confrontarsi sulla narrazione in generale e la scrittura dedicata al tema del Mediterraneo nello specifico, sotto la guida di uno scrittore/docente, Martino Gozzi, e di un tutor, Raffaele Riba. A conclusione, si terrà una serata di presentazione dei lavori migliori, selezionati dai docenti.

 

IL TEMA – Il Mediterraneo ha dato vita alla Primavera Araba, una lotta condotta dai giovani affinché nella società potesse emergere l’individuo con un nome, una voce e i suoi diritti, contro l’autoritarismo, la corruzione e il furto dei beni del Paese. Il contesto sociale in cui è nata questa lotta è certamente differente dal nostro, e lo spunto tematico della Summer School si chiede se sia possibile raccontare una nostra Primavera. Cosa manca ai giovani e quali potrebbero essere le proposte nella ricerca di un’identità per i giovani nel nostro pezzo di Mediterraneo?

 

UN CONFRONTO CON LA LETTERATURA INTERNAZIONALE – Scrivere e confrontarsi su questo tema può rivelarsi molto fruttuoso in un territorio come la Penisola Salentina, Messapia, “terra fra due mari”, dove l’influenza del mare è stata a tratti forte e a tratti non ha scalfito l’impermeabilità di una popolazione con forte tradizione agricola. Partendo da questa riflessione, i partecipanti alla Summer School avranno la possibilità di aprire un’indagine tra il proprio immaginario e quello della letteratura nazionale ed internazionale, condividendo in maniera diretta la propria visione sul tema con i docenti e i compagni.

 

CONDIZIONI PER PARTECIPARE – La Summer School è aperta a quindici allievi che formeranno una classe di lavoro. A chi desidera partecipare viene chiesto di elaborare un testo in lingua italiana sul tema “Mediterraneo” e di inviarlo insieme alla propria candidatura entro il 16 settembre.

 

11 settembre 2012

© Riproduzione Riservata
Commenti