LIBRI - Salone del Libro 2015

Salone del Libro 2015, i ritorni e le novità che animeranno il Lingotto di Torino

Con circa quattro mesi di anticipo è stato presentato a Torino il ventottesimo Salone del libro, che torna ancora al Lingotto dal 14 al 18 maggio. Un’edizione che si preannuncia ricca di novità ma innanzitutto di conferme...

L’edizione 2015 del Salone del Libro vedrà la conferma di molti dei suoi appuntamenti storici, ma presenterà anche curiose novità

MILANO – Con circa quattro mesi di anticipo è stato presentato a Torino il ventottesimo Salone del libro, che torna ancora al Lingotto dal 14 al 18 maggio. Un’edizione che si preannuncia ricca di novità ma innanzitutto di conferme: squadra che vince non si cambia, e infatti tornano il Bookstock Village per i più giovani, con uno spazio dedicato ai fumetti con laboratori e conferenze in tema; gli editori indipendenti nel Padiglione 1, a cura di Giuseppe Culicchia; l’Incubatore per i nuovi nati in campo libresco, uno spazio che ha portato fortuna a molti; Adotta uno scrittore per le scuole, Nati per leggere per i piccolissimi, l’International Book Forum per l’incontro tra case editrici e l’acquisto dei diritti di pubblicazione, Book to the future sull’editoria digitale, Lingua Madre e, infine, la golosa CookBook, per parlare di libri di cucina.

SALONE TUTTO L’ANNO – Tornano anche gli appuntamenti del Salone Off, con autori in giro per Torino e cintura; quest’anno ci saranno nuovi luoghi in città e fuori che ospiteranno. Da segnalare che da alcuni mesi Torino ospita già l’iniziativa Salone Off 365, con incontri che continuano tutto l’anno: i prossimi ospiti saranno l’illustratore Olivier Tallec il 28 e 29 gennaio, Ernesto Ferrero con Ranocchi sulla luna – in cui sono raccolti i testi di Primo Levi sugli animali – (19 febbraio), Lella Costa, Zerocalcare e Riccardo Iacona nelle settimane successive.

MERAVIGLIE D’ITALIA – Il tema di quest’anno, dopo aver pensato di fare qualcosa di inerente l’Expo, è invece Le Meraviglie d’Italia, per parlare dell’immenso patrimonio ereditato nel nostro Paese, tra arte, cinema, moda, musica, lingua, paesaggio. All’interno si parlerà anche dei 750 anni della nascita di Dante, tra gli ospiti che parleranno delle bellezze d’Italia ci saranno Flavio Caroli, Philippe Daverio, Vittorio Sgarbi, Salvatore Settis.

GERMANIA E LAZIO OSPITI D’ONORE – Il Paese ospite d’onore è la Germania, con una stretta collaborazione con la Buchmesse di Francoforte e il Goethe Institut: dedicata alla Germania è anche la campagna pubblicitaria, con una rielaborazione del ritratto di Goethe sulla via Appia. Gli ospiti tedeschi sono vari e poliedrici, e comprendono il filosofo Markus Gabriel, il giornalista Gunther Walraff, l’egittologo Jan Assmann, l’illustratrice Nadia Budde, la fumettista Isabel Kreitz. Tra gli eventi del padiglione della Germania, un ricordo di Thomas Mann nei sessant’anni della scomparsa. La Regione italiana ospite d’onore è invece il Lazio, con uno spazio per gli editori indipendenti del territorio e vari eventi durante il giorno, dalla colazione letteraria per i più piccoli agli incontri con istituti culturali locali, fino all’apericena letterario. Tra gli eventi di punta, un ricordo di Pier Paolo Pasolini nel quarantennale della scomparsa, con Fabrizio Gifuni. Presenza fissa allo stand sarà l’Assessore alla cultura Lidia Ravera.

INFORMAZIONI – Il costo dei biglietti d’ingresso resta invariato per il quinto anno consecutivo, dieci euro, con riduzioni varie e omaggi per le scolaresche; all’interno del Salone aumenteranno i punti ristoro (non i bagni, purtroppo) e gli angoli relax in cui fermarsi, mangiare, chiacchierare e magari sfogliare i libri appena acquistati. A questo punto, via al conto alla rovescia, tenendo d’occhio il sito ufficiale www.salonelibro.it

Elena Romanello

24 gennaio 2015

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti