LE RECENSIONI DEI LETTORI

“Il bordo vertiginoso delle cose”, un grande romanzo di formazione

Ecco la recensione di Fiorenza Biloghi del libro "Il bordo vertiginoso delle cose" di Gianrico Carofiglio
"Il bordo vertiginoso delle cose", un grande romanzo di formazione

Il bordo vertiginoso delle cose” di Gianrico Carofiglio. Rizzoli Eccoci qua, ancora una volta, con questo autore a riconoscerci, chi più chi meno, in una storia, in un personaggio. Quale maggiore pregio per uno scrittore! Prosa lineare, diretta, semplice. Niente sotterfugi linguistici, niente metafore o voli pindarici. La verità è raccontata in maniera esplicita, senza scuse e scusanti, ma con una certa tristezza interiore, una serietà adulta e una consapevolezza ferma che gli eventi sono, sono stati e, nei loro effetti, saranno. L’assoluto del divenire sta sempre su una linea di confine. Questa è la storia autobiografica della crescita esistenziale di un giovane studente pugliese che rivive nel ricordo di se stesso ormai adulto, con i pro e i contro di tutte le età e di tutte le persone. Una vicenda che, se collocata fuori dallo specifico del soggetto, la si può adeguare a molti, moltissimi di noi. Consigliato a chi guarda la vita in maniera diretta, a chi ama leggere il vero di un’esperienza umana e al tempo stesso percepirne una certa evanescenza triste. Insomma la vita è e non è, ma comunque la viviamo ed è prezioso rendersene conto leggendo un libro.

Fiorenza Biloghi

© Riproduzione Riservata
Commenti