Qual è il libro più venduto? Ecco la classifica dei 101 ”best selling” di tutti i tempi

Appassionati o non, ci incuriosisce sapere chi sia il miglior giocatore di basket, il goleador per eccellenza, l’atleta più veloce, il pilota vittorioso, lo scrittore più ricco. In questa situazione vi toglieremo la curiosità riguardo al libro più venduto al mondo...
Dai bestseller di J. R. R Tolkien alle opere made in Italy di Umberto Eco e Susanna Tamaro, ecco la classifica dei 101 titoli che hanno conquistano i lettori di ogni latitudine del pianeta

ROMA – Appassionati o non, ci incuriosisce sapere chi sia il miglior giocatore di basket, il goleador per eccellenza, l’atleta più veloce, il pilota vittorioso, lo scrittore più ricco. In questa situazione vi toglieremo la curiosità riguardo al libro più venduto al mondo.

IL PRIMATO – C’è un’attrazione verso il superlativo relativo; perché relativamente ci appaga vederci in vetta, mentre sotto di noi un numero cospicuo di partecipanti si affolla. Esiste, però, un’attrazione ancor più forte, che diviene bramosia, ed è quella che proviamo per il superlativo assoluto. Non è più solo un numero cospicuo ad affollarsi sotto di noi; il mondo scalpita, ma per quanto si adoperi noi rimaniamo assolutamente in vetta. Ora andiamo a conoscere il libro che vanta il titolo mondiale e chi è rientrato nel ranking.

LA CLASSIFICA DEI LIBRI PIÙ VENDUTI AL MONDO – Ecco quindi la classifica dei 101 libri più venduti al mondo. Nessun limite temporale o geografico. Semplicemente il superlativo assoluto delle vendite.
Domina la seconda e la terza posizione un unico scrittore: J. R. R Tolkien.
100 milioni di copie è il numero raggiunto con “The Hobbit”, e 150 milioni è il massimo ottenuto dall’autore con “The Lord of the Rings” (Il Signore degli anelli). Il mondo di Arda ha conquistato moltissimi comuni lettori, intensificando così il carattere leggendario.
L’autore che può vantare il primato mondiale e che tranquillamente guarda chi si affolla sotto la sua posizione è Charles Dickens. “A tale of two cities” (Racconto di due città) vanta 200 milioni di copie vendute. È questo il record mondiale.
Tra Parigi e Londra, durante il Regime del Terrore, nella brutalità dei rivoluzionari, lo scrittore britannico ha scritto il libro che non teme rivali, ha costruito un traguardo, posto un confine che ancora nessun capolavoro esistente può superare.
La giallista per antonomasia, Agatha Christie, conquista la quinta posizione con “And Then There Were None” (…e poi non rimase nessuno – Dieci piccoli indiani). 100 milioni le copie vendute, un numero che basta a definire il primato del genere.
Gli appassionati di Dan Brown dovranno scorrere fino alla nona posizione per trovare “Il Codice Da Vinci” (The Da Vinci Code) e alle ventiquattresima per “Angeli e Demoni” (Angels and Demons).
Per chi si stesse chiedendo, invece, del mondo magico della Rowling, allora lo troverà al ventunesimo gradino con “Harry Potter and the Deathly Hallows” (Harry Potter e i Doni della Morte).
La rappresentanza italiana raggiunge la posizione più alta con Umberto Eco. “In nome della rosa” grazie a 50 milioni di copie vendute si piazza come diciassettesimo. Ma per trovare un altro nome del Bel Paese dovremo scendere fino alla settantatreesima posizione. Susanna Tamaro è lì con “Va dove ti porta il cuore”  (14 milioni di copie).
Chiude la classifica “What Colour is your Parachute” di Richard Nelson Bolles, un manuale per cercare e cambiare lavoro.

101 TITOLI – Al seguente link è possibile trovare la classifica completa dei titoli che sono rientrati nel ranking. Molti libri vi stupiranno, poi vi chiederete dove sia finito Ken Follet e sicuramente cercherete anche la donna delle Sfumature. Quindi divertitevi ad indovinare, poi vantatevi di sapere chi ha messo il record.
Pochi uomini verranno ricordati per sempre, e spesso è un numero che conquista la memoria.

Sofia Di Giuseppe

20 settembre 2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti