Sei qui: Home » Libri » Premi e Festival » Al via la 15sima edizione di Scrittorincittà

Al via la 15sima edizione di Scrittorincittà

Oltre 150 incontri con autori di fama nazionale e internazionale sono in programma per Scrittorincittà, manifestazione dedicata al mondo dei libri che dal 1999 si caratterizza come uno tra i principali festival della letteratura sul panorama nazionale. Parte oggi a Cuneo la 15sima edizione...
Parte oggi il festival di Cuneo dedicato al mondo dei libri. Il tema che farà da cornice ai numerosi incontri con giornalisti, scrittori e personalità della cultura sarà “Terra, terra!”
 
 
MILANO – Oltre 150 incontri con autori di fama nazionale e internazionale sono in programma per Scrittorincittà, manifestazione dedicata al mondo dei libri che dal 1999 si caratterizza come uno tra i principali festival della letteratura sul panorama nazionale. Parte oggi a Cuneo la 15sima edizione, che animerà la vita cittadina fino a domenica 17.
 
 
IL TEMA DI QUEST’ANNO – Il tema che farà da filo conduttore agli eventi di questa nuova edizione sarà: Terra, terra! Un titolo che si pone davvero come ambizione per tutti coloro che fanno dei libri, della scrittura, e della cultura in generale, un’occasione di confronto costruttivo con i problemi reali del nostro tempo. L’annuncio di avvistamento della nuova terra sta a significare la fine di un viaggio ma anche l’inizio di un altro, quello che può portare ognuno di noi verso approdi e luoghi ancora da esplorare. Attorno a questo argomento ruoteranno gli incontri – che vedranno la partecipazione di quasi 200 autori e personalità del giornalismo, della cultura, dell’arte e della società civile –, i laboratori, gli spettacoli e gli altri eventi.
 
 
LA RIFLESSIONE POLITICA CON GRANDI NOMI DEL GIORNALISMO – L’appuntamento inaugurale, previsto per mercoledì 13 alle ore 18, darà avvio a una ricca serie di appuntamenti dedicati alla riflessione politica e sociologica con esponenti di spicco del giornalismo italiano. Tra questi, per esempio, Franco Cordero, l’editorialista Filippo Ceccarelli, presente insieme al direttore de Linkiesta Marco Alfieri, i giornalisti Marco Travaglio, Ilvo Diamanti, Marco Imarisio, Matteo Nucci, Paolo Di Stefano e Gilda Policastro.
Sempre di politica ma con tono decisamente più irriverente si parlerà con Giorgio Lauro e Claudio Sabelli Fioretti, i conduttori della trasmissione di Radio 2 “Un giorno da Pecora”.
 
 
PARI OPPORTUNITÀ E VIOLENZA CONTRO LE DONNE – Al tema attualissimo delle pari opportunità e della violenza contro le donne sarà dedicato lo spettacolo di apertura del festival “Ferite a Morte”, il progetto teatrale di Serena Dandini, che per l’occasione cuneese avrà come ospite d’eccezione Lella Costa. Ma anche incontri ad ampio spettro, tra i quali vale la pena citare quello con Michela Murgia, che affronterà il tema partendo dalla donna nella pubblicità e nella comunicazione per arrivare a ragionare sulla violenza, e quello con Amani El Nasif e la giornalista Cristina Obber, autrici del libro “Siria Mon Amour”. Le due saranno presenti a Scrittorincittà insieme a Shadi Hamadi, attivista dei diritti civili ormai noto a livello internazionale.
 
 
ALTRECONOMIA E TUTELA DEL PAESAGGIO – Dal mondo dell’altreconomia provengono gli ospiti che proporranno un confronto sul tema dell’autosufficienza e delle strategia alternative e creative per affrontare la crisi economica: si tratta di Massimo Acanfora, che dialogherà insieme al ricercatore e scrittore Francesco Targhetta
Il tema della tutela del paesaggio come bene comune sarà invece l’oggetto della lezione dell’archeologo e storico dell’arte Salvatore Settis.
 
 
LEGAMI FAMIGLIARI ED EDUCAZIONE ALLA FELICITÀ – Un viaggio nelle relazioni familiari e nei legami che fondano l’esistenza di ognuno di noi sarà quello che affronterà Giacomo Poretti. Non mancherà nemmeno un altro terzo del trio Aldo Giovanni e Giacomo, Giovanni Storti, a Cuneo per parlare di corsa, o meglio della corsa, la sua più grande passione lontano dal palco, praticata sui sentieri meno battuti e nei luoghi più impervi.
Il legame con i genitori e con gli educatori e la loro responsabilità nell’educare alla felicità sarà il tema, vastissimo, che verrà affrontato dal confronto con lo psichiatra Paolo Crepet da poco in libreria con “Impara ad essere felice” (Einaudi 2013).
Della propria storia familiare e di cucina si parlerà con Catena Fiorello; le ricette saranno anche il tema dell’incontro con Jasmine Benedetta Guetta e Manuel Kanah, autori di www.labna.it, uno dei blog di cucina più cliccati in Italia.  La moda invece sarà lo sfondo degli appuntamenti con gli stilisti Antonio Marras e Giusi Ferré.
 
 
VIAGGI AVVENTUROSI – Il viaggio vero, quello avventuroso e che richiede coraggio, sarà quello che ispirerà gli incontri con il famoso velista italiano Giovanni Soldini e con gli scrittori che hanno trasposto il senso dell’avventura in libri e fumetti. Un nome spicca tra tanti, quello di Mino Milani, uno dei più grandi scrittori di libri di avventura e di viaggio della nostra epoca, che incontrerà i ragazzi delle superiori e poi il pubblico adulto, insieme a Tito Faraci (autore e sceneggiatore, tra gli altri, di Topolino, Dylan Dog, Lupo Alberto, Uomo Ragno) ed Andrea Valente
Di esplorazioni extra-terrestri si parlerà invece durante l’appuntamento-spettacolo con l’astronauta Umberto Guidoni. E ancora a raccontare le terre lontane saranno tre giovani narratori italiani di talento: Fabio Viola, Vincenzo Latronico e Claudia Durastanti.
 
 
LA GRANDE NARRATIVA – All’interno del programma del festival non potevano mancare anche grandi voci della narrativa contemporanea; tra essi vanno citati: Jonathan  Coe, uno dei maggiori scrittori in lingua inglese, presente insieme a Giovanna Zucconi. Sarà lei a introdurre al pubblico anche Fulvio Ervas, autore del reportage del suo viaggio in America insieme al figlio autistico (“Se ti abbracio non aver paura”, Marco y Marcos 2012). Ci saranno anche Ben Pastor, la scrittrice di polizieschi ispirati a vicende storiche;  il popolarissimo Fabio Volo, di cui è appena uscito per Mondadori il romanzo “La strada verso casa”; Rosetta Loy, una delle maggiori autrici italiane che presenta a Cuneo in anteprima il suo racconto sugli eventi e i personaggi italiani a cavallo tra il 1962 e il 1994 (“Gli anni fra cane e lupo”, Chiarelettere 2013). E poi ancora Paola Mastrocola, Luca Bianchini e l’affezionatissimo Michele Serra, che torna a Cuneo per presentare il suo ultimo lavoro, un racconto in prima persona della sua esperienza di genitore di figli adolescenti (raccontata ne “Gli sdraiati”, Feltrinelli 2013). 
Quest’anno il festival ospiterà anche Mauro Corona, del quale è fresco di stampa “Confessioni Ultime” (Chiarelettere 2013).
 
 
SICCITÀ CULTURALE E MEMORIA – Da segnalare infine anche l’incontro con Assaf Gavron, a Cuneo per parlare di siccità della terra araba ma soprattutto di siccità culturale e  morale. La siccità culturale sarà anche affrontata, da un’ottica diversa, quella della preoccupante inclinazione verso il basso dell’etica e del senso civico, insieme a Stefano Bartezzaghi, ospite all’appuntamento cuneese insieme a Bruno Gambarotta. A far da contraltare e ulteriore stimolo a queste riflessioni un incontro con Franco Perlasca da anni impegnato a mantener viva la memoria del padre. 
Per i numerosi altri appuntamenti si consiglia di consultare il programma sul sito della manifestazione.
 
 
13 novembre 2013
 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata