Sei qui: Home » Libri » Paolo Borsellino, l’omaggio delle librerie di Palermo al giudice-eroe
Il ricordo di Borsellino a Palermo

Paolo Borsellino, l’omaggio delle librerie di Palermo al giudice-eroe

Il titolare della libreria Modus Vivendi Salvo Spiteri di Palermo ci spiega in che modo la sua libreria omaggia ogni giorno il giudice magistrato Paolo Borsellino

MILANO – Oggi, in occasione dell’anniversario della morte del magistrato italiano Paolo Borsellino, sono tante le realtà che organizzano eventi per diffondere, ancora una volta, il messaggio di legalità e di lotta contro la mafia. Proprio a Palermo, la piccola libreria indipendente Modus Vivendi, per voce del suo titolare Salvo Spiteri ci racconta come è vissuta questa importante giornata ed in che modo attraverso la loro attività rendono omaggio al giudice magistrato Paolo Borsellino.

 

Oggi è il 24°anniversario della strage di Via d’Amelio, dove perse la vita Paolo Borsellino con i 5 agenti della sua scorta. Riscontro qui a Palermo un sentimento comune di ricerca di verità e non vendetta.

Noi come libreria, in occasione di anniversari di stragi ed omicidi come quelli di Peppino Impastato, Giovanni Falcone e don Pino Puglisi, dedichiamo lo spazio migliore della libreria a quel tipo di letteratura ed a pubblicazioni che riguardano la legalità e l’antimafia. Oggi tutti i riflettori sono accesi su Paolo Borsellino, ma da domani? Il modo migliore per onorare Paolo Borsellino, verso il quale siamo tutti debitori a livello mondiale, è fare la nostra parte nel nostro quotidiano. Da cittadino, da imprenditore, da genitore, da educatore, non bisogna cedere alla tentazione delle scorciatoie della vita: dal piccolo favore a spese di un altro alla raccomandazione per ottenere privilegi.

Occorre applicare i principi basilari di legalità che ci ha insegnato Paolo Borsellino, per i nostri figli ed i nostri nipoti. Non occorrono eroismi: basta fare le cose giuste nella nostra quotidianità e portarle avanti.

Noi come libreria durante l’anno portiamo avanti il progetto “Modus Vivendi va a scuola” con il quale la libreria propone narratori, intellettuali, scrittori di rilievo nazionale ed internazionale che affrontano nelle loro opere argomenti di sicuro interesse per i programmi scolastici. Gran parte di questo progetto è dedicato alla legalità: quest’anno abbiamo portato nei vari licei ed istituti l’autore Nino Di Matteo a presentare il libro “Collusi”, l’autrice Anna Maria Piccione con “La musica del mare”, una storia di mafia e legalità ambientato a Palermo dove viene fuori il valore salvifico della musica, e tante altre opere che raccontano le storie di personaggi come Peppino Impastato, don Pino Puglisi, Carlo Alberto Dalla Chiesa.

Quella di oggi è una giornata importantissima da celebrare, ma da domani? Non dobbiamo essere per forza degli imprenditori per dare il nostro contributo: anche i singoli cittadini possono fare la propria parte nel proprio “modus vivendi”.

 

Salvo Spiteri

libreria Modus Vivendi di Palermo

© Riproduzione Riservata