New York, a spasso tra i quartieri letterari della Grande Mela

A New York tutto è possibile, anche per il mondo dell'arte e della letteratura: ecco una passeggiata tra i migliori quartieri letterari
A spasso per New York, i quartieri letterari della Grande Mela

MILANO – New York è la città che non dorme e dove tutto diventa possibile. Qualsiasi idea vi venga in mente a New York si può realizzare. È una città che piace a tutti proprio per la sia vastità e la sua ampia offerta che accontenta i gusti più distanti. Sappiamo che le cose che cercate prima di tutto in una città sono i libri, le mostre e la cultura ed ecco che vi proponiamo i tre quartieri più letterari, dal gusto bohemian, e artistici della Grande Mela.

Il Greenwich Village

A New York il quartiere del Greenwich Village, o più comunemente chiamato “Village”, è un quartiere molto vivo, scelto da molte produzioni per le ambientazioni delle serie TV e dei film. Infatti qui si trovano le case di Carrie Bradshow di Sex and the City, l’appartamento di F.r.i.e.n.d.s, e l’abitazione della famiglia dei Robinson. Caffè letterari, jazz club, librerie: questo quartiere è diverso dal resto della città. Dimenticatevi infatti i fast food e i centri commerciali, perché tra le strade del Village ci si imbatte in librerie, boutique, negozi di antiquariato, gallerie d’arte e locali affascinanti che erano frequentati da Andy Wharol, Jimi Hendrix, Lou Reed e Al Pacino. Questo quartiere fu molto importante negli anni Sessanta perché fu il cuore pulsante del movimento di liberazione omosessuale. È proprio in questo quartiere che sono avvenuti i moti di Stonewall.
Tra la sesta avenue e la Hudson Street si trova la zona più caratteristica del quartiere: edifici bassi e vie alberate sono peculiari del quartiere. In Bleeker Street si trovano tantissime librerie come la Book book (che un tempo si chiamavano Biography Book Shop).

Brooklyn, il quartiere hipster di New York

Brooklyn è per molti artisti contemporanei casa. Infatti mentre un tempo era il Village il quartiere degli artisti, oggi è Brooklyn il quartiere in cui gli artisti di vario genere decidono di vivere. Tra Park Slope e Williamsburg si trovano le zone dove abitano scrittori diventati ormai famosi, come Dave Eggers, Jonathan Ames, Jonathan Safran Fuer e molti altri. Brooklyn è il quartiere di New York dove artisti, artigiani e il vintage si incontrano perfettamente. Infatti qui vivono molti artigiani che si incontrano ogni weekend al mercato Artists and Fleas. Artists and Fleas  ospita più di cento artigiani locali. Se amate il vintage e i vinili, in questo quartiere troverete il vostro paradiso: negozietti dell’usato si incontrano ad ogni angolo, mentre i vinili dovreste comprarli da Rough Trade.

LEGGI ANCHE: Perché ci piace così tanto il Vintage

Chelsea, il quartiere delle gallerie di New York

Il quartiere di Chelsea si trova a Manhattan ed è il quartiere della gallerie d’arte. Qui infatti ci sono la Gagosian Gallery, la Pace Gallery, la Lisson Gallery e molte altre, che potranno accontentare sicuramente i vostri gusti. A Chelsea inoltre si trova la High Line, la ferrovia sopraelevata in cui si trova il Whitney Museum of Americam Art realizzato da Renzo Piano. Il giorno migliore per visitare il quartiere è il giovedì, il giorno in cui le gallerie aprono i vernissage per le nuove esibizioni.
Altro luogo da visitare è il Chelsea Market, un enorme mercato coperto in cui si possono mangiare molti tipi di pasto salutare, ma anche curiosi. Nei corridoi suonano e si esibiscono artisti di strada che rafforzano l’ambiente street dell’enorme capannone.

 

© Riproduzione Riservata