Consigli natalizi

Natale, gli auguri e i consigli di lettura degli scrittori

Abbiamo chiesto agli scrittori più amati del panorama letterario italiano e straniero di consigliarci alcune letture per le vacanze di Natale
consigli-scrittori-natale

Non è che ci siano consigli di lettura più autorevoli rispetto ad altri però, tendenzialmente, se ci è piaciuto un autore sarà molto facile amare anche i libri e le storie che hanno appassionato quell’autore. Consideriamo poi che gli scrittori per indole e mestiere leggono tantissimi libri di ogni tipologia e sapranno quindi darci consigli dotati di una certa consapevolezza. Ed è per queste ragioni che abbiamo chiesto ad alcuni degli scrittori più amati da voi lettori di consigliarci un libro da leggere durante le vacanze di Natale. Ecco quali letture consigliano.

Giuseppe Catozzella

Auguro ai lettori che nel 2020 riescano a trovare dentro di sé il coraggio per diventare un po’ di più se stessi. 
E il mio consiglio di lettura è una rilettura, allo scopo del mio augurio: l’Odissea. Per sperimentare dalle pagine del poema epico il desiderio del nóstos, del ritorno a casa, ovvero del ritorno a se stessi. 
Un caro saluto e buone feste a voi
 
[amazon_link asins=’8806219421′ template=’ProductCarousel’ store=’libreriamo-21′ marketplace=’IT’ link_id=’e817f37e-461a-42c7-b041-71c77f4dee8a’]
 

Paola Calvetti

Cosa può augurare una scrittrice ai lettori?  Di saper ritrovare, o trovare, o riscoprire il piacere di starsene tranquilli a leggere un libro. Banale, vero? Per me non lo è, perché nonostante ami il cinema e con Netflix a portata di mano la tentazione è sempre in agguato, quando me ne sto sola soletta a leggere (di questi tempi leggo molta saggistica e biografie in inglese e francese, per via del prossimo libro) nel silenzio, ritrovo la Paola bambina che provava un piacere immenso nell’immergersi fra le pagine di un libro. Abbandonando tutto quello che mi girava intorno (cose e persone). Uno spazio tutto per me. Ve l’avevo detto che sarebbero stati auguri banali, vero?
Eppure vi consiglio di provare: immergersi in un libro è come respirare profondamente, è il modo migliore per astrarsi ed entrare in una dimensione “diversa” da quella in cui stiamo vivendo; è un modo per dimenticare le malinconie, le incomprensioni, i propri (e a volte altrui) “casini”.
E’ il luogo della non-solitudine nella più felice solitudine che c’è: si sta con i personaggi, si entra in un mondo altro, da cui, spesso, quando il libro ci è particolarmente piaciuto e dunque ha fatto il suo dovere di libro, andarsene è un piccolo, grande dolore.
 
Il mio consiglio di lettura (sto leggendolo adesso, che sono in fase “biografie”, è “Nulla di ordinario” di Michal Rusinek, che a ventiquattro anni è diventato il segretario di Wislawa Skymborska. Racconta la sua esperienza accanto a una delle più grandi e amate poetesse del Secolo. Un invidiabile mestiere! 
 
[amazon_link asins=’884593439X’ template=’ProductCarousel’ store=’libreriamo-21′ marketplace=’IT’ link_id=’b25f290e-8885-45ec-9072-a3e8ffbefa53′]
 

Chiara Gamberale

I miei libri podio 2019 sono Il Colibrì di Sandro Veronesi, Teresa sulla Luna di Errico Buonanno e La mite di Dostoevskij. Mi hanno davvero fatto capire e sentire qualcosa che senza di loro non avrei capito, sentito. Vi auguro che succeda anche a voi. Da parte di Chiara, al volo, per voi!

[amazon_link asins=’882820236X,8834600479,880790019X’ template=’ProductCarousel’ store=’libreriamo-21′ marketplace=’IT’ link_id=’e28233a4-a698-4467-97a8-9898b3a76558′]

Marcello Simoni

Il periodo natalizio è perfetto per riscoprire le atmosfere che tanto abbiamo amato da ragazzi, e che hanno contribuito a costruire il nostro immaginario ma anche il nostro modo di “leggere” e di approcciarci alla realtà. Perciò consiglierei Salgari, Verne, Stevenson e la fantascienza di H.G. Wells.

[amazon_link asins=’8809765966,8809776151,8806240366,8807901390′ template=’ProductCarousel’ store=’libreriamo-21′ marketplace=’IT’ link_id=’7e255c51-0cb2-4f3c-afcd-533bf546f29f’]

Marco Missiroli

Per questo Natale ho due consigli di lettura: Il colibrì di Sandro Veronesi e Confidenza di Domenico Starnone. Buone feste!

[amazon_link asins=’8834600479,880624356X’ template=’ProductCarousel’ store=’libreriamo-21′ marketplace=’IT’ link_id=’63f40653-b997-4fff-9222-429868e1fa0c’]

Simona Sparaco

Quest’anno i miei auguri sono elevati al cubo, perché di soddisfazioni me ne avete date tante. L’augurio che vi faccio è di poter continuare ad accendere l’immaginazione attraverso la magia della parola scritta. E vi regalo anche un consiglio di lettura natalizia: Paolo di Paolo, Lontano dagli occhi, una di quelle letture che s’incastonano nella memoria come pietre miliari, sul delicato passaggio dalla condizione di figli a quella di genitori. Un caro saluto,

[amazon_link asins=’8807033631′ template=’ProductCarousel’ store=’libreriamo-21′ marketplace=’IT’ link_id=’0d5800bb-05c7-4427-8156-8ebd3bd5a471′]

Giacomo Scarpelli

Questo Natale consiglio Il ragazzo che leggeva Maigret, di Francesco Recami (Sellerio): il titolo dice già molto, poiché si tratta un romanzo adatto per grandi e piccoli, con un intrigo poliziesco alquanto realistico, fornito di atmosfera e profondità psicologica. E poi Racconti analitici di Sigmund Freud (I Millenni, Einaudi), un un po’ costoso ma che costituirà uno splendido regalo. I casi clinici del fondatore della psicoanalisi riuniti in un volume – illustrato da Mattotti –  da leggere come vere e proprie inchieste. Del resto, qualcuno ha detto (Hillman) che Freud era in verità uno scrittore con la maschera di medico.

[amazon_link asins=’8838923876,8806185861′ template=’ProductCarousel’ store=’libreriamo-21′ marketplace=’IT’ link_id=’c96c91c6-f248-43ad-a369-0aeb6fcfa030′]

Matteo Collura

Oltre agli auguri particolarmente diretti a tutti coloro che continuano ad amare la lettura, consiglio un libro appena mandato nelle librerie da Adelphi: Il ciarlatano di Isaac Bashevis Singer. Un romanzo che dimostra quanto sia forte la vita anche negli esseri umani più sfortunati, segnati dall’odio più infame, quello razziale. Buon Natale e buon anno. 

[amazon_link asins=’8845933911′ template=’ProductCarousel’ store=’libreriamo-21′ marketplace=’IT’ link_id=’3c33ff1d-0fce-454b-b28f-46a22225083f’]

Romana Petri

Auguro a tutti i fedeli lettori di Liberiamo un Buon Natale e un Felice 2020. Sotto l’albero, quest’anno ci metto Lonesome Dove di Larry McMurtry.

[amazon_link asins=’8806229745′ template=’ProductCarousel’ store=’libreriamo-21′ marketplace=’IT’ link_id=’93cc24f4-64d0-4154-94e5-683b769a7daf’]

Giulio Ravizza

Gli auguri. Per chi come me lavora tanto, il Natale è quel momento in cui si impilano tre o quattro libri sul comodino che, miracolosamente, ci si gode dalla prima sino all’ultima pagina. Leggendo di mattina e non a conclusione di una faticosa giornata, con la luce del sole e non quella di una lampada, con la voglia di parlarne con qualcuno e non di andare a dormire, con la curiosità di trovare in rete altre informazioni sui luoghi, sui personaggi, sui periodo. Il mio buon Natale è rivolto a voi e ai libri che avete scelto: vi auguro che possano cambiare le vostre vite.

I consigli. Vi consiglio due letture, una per voi e una per un amico. A voi consiglio Ricette e precetti di Miriam Camerini, straordinaria regista teatrale milanese. E’ un libro che, a partire dalla mitica mela che Eva colse, fa riflettere sul rapporto tra le regole che ci diamo e quello che mangiamo. Un riflessione sottile sulle nostre identità, corredata dalle ricette per cucinare piatti che sono descritti. Come regalo invece, suggerisco un libro-testimonianza. Il 2019 è stato l’anno in cui una anziana signora milanese sopravvissuta ad Auschwitz ha dovuto domandare una scorta di protezione per girare nella sua città. Se avete un conoscente che questa storia non la conosce, o che parlandone ha fatto spallucce, fategli un favore dal valore inestimabile e comperategli La memoria rende liberi, di Lilliana Segre Enrico Mentana

[amazon_link asins=’8880578111,881708400X’ template=’ProductCarousel’ store=’libreriamo-21′ marketplace=’IT’ link_id=’937b9dc8-b1ed-4aee-abdf-1c8c0e5fef92′]

Simonetta Agnello Hornby

Il libro da me scelto da raccomandare ai lettori La testa ci fa dire di Marcello Sorgi  in conversazione con Andrea Camilleri  pubblicato ani fa e adesso “allargato”, edito da Sellerio. Un ‘must’ per capire  la grandezza di Andrea Camilleri. Tanti auguri a tutti per Natale e le feste.

[amazon_link asins=’8838915687′ template=’ProductCarousel’ store=’libreriamo-21′ marketplace=’IT’ link_id=’1b89cd48-ca37-4899-934c-c80952660e38′]

Enrico Franceschini

Se a Natale non vuoi sbagliare, un libro sotto l’albero devi sistemare! E se vuoi fare un buon augurio a Capodanno, regala un libro che scaldi il cuore tutto l’anno! Rime banali, ma non sono un poeta, solo per augurare a tutti buone feste con la lettura a farci compagnia. A me, sul comodino di Natale, fa compagnia un romanzo inedito del grande I. B. Singer pubblicato da Adelphi, Il ciarlatano, e lo consiglio anche a voi.

[amazon_link asins=’8845933911′ template=’ProductCarousel’ store=’libreriamo-21′ marketplace=’IT’ link_id=’8eb2a1dc-2caa-4621-849f-83735ca794d5′]

Demetrio Paparoni

Connettersi con Libreriamo fa bene alla salute e fa venire voglia di prendere in mano un buon libro. Uno da leggere sotto le feste? Il party di Elizabeth Day, pubblicato da Neri Pozza. Uno dei protagonisti è un critico d’arte.  Una storia di amicizia e di tradimenti, ma anche di disuguaglianza sociale, che fa emergere il cinismo dei nostri tempi. Buona lettura e buon nuovo anno a tutti.

[amazon_link asins=’8854518123′ template=’ProductCarousel’ store=’libreriamo-21′ marketplace=’IT’ link_id=’c5be3ebd-f9cd-4bc6-93ff-06c1dd0c52b4′]

Giorgio Fontana

Quest’anno cade il trentennale della morte del grandissimo Danilo Kiš: può essere l’occasione per leggere uno dei suoi capolavori, come Clessidra o Una tomba per Boris Davidović. Buone feste!

[amazon_link asins=’8845907597,884592002X’ template=’ProductCarousel’ store=’libreriamo-21′ marketplace=’IT’ link_id=’fec1c84d-2bdf-45f5-a459-aa7fefff3e72′]

Marco Steiner

L’augurio che faccio ai lettori di Libreriamo per il 2020 è che questo sia un anno diverso come merita un anno con un inconsueto 29 febbraio, un giorno in più, una piccola cosa? Apparentemente sì ma è questo il punto, un solo giorno o un piccolo libro possono cambiare molte cose e, nel corso del prossimo anno, vi auguro di trovare un momento o un libro così. Per quanto mi riguarda un libro che mi ha cambiato è stato: La meravigliosa avventura di Cabeza de Vaca di Haniel Long (Adelphi), pochissime pagine per una storia perfetta, un racconto che ha rappresentato un punto di svolta e ricerca nella mia scrittura. Avventura e ruvida poesia, un binomio inconsueto, i temi che preferisco. Del libro non aggiungo altro, soltanto che tutto inizia con un naufragio, ma poi continua in maniera davvero “meravigliosa” come afferma l’autore già nel titolo. È un piccolo grande itinerario di viaggio e consapevolezza. Questo è il vero augurio per tutti, che il 2020 sia un anno simile alla storia narrata in questo libro: un imprevedibile vagabondaggio esistenziale di crescita,

[amazon_link asins=’884592033X’ template=’ProductCarousel’ store=’libreriamo-21′ marketplace=’IT’ link_id=’3c633a44-fde0-4179-ab67-9e5987479681′]

Enrico Mottinelli

Ultimamente ho letto con grande interesse il libro di Geraldine Schwarz, I senza memoria. Una lettura credo importante per tutta l’Europa di oggi. La smemoratezza è un lusso che non ci si può permettere. Faccio di cuore gli auguri per le festività e auguro il meglio a Libreriamo.

[amazon_link asins=’8806239856′ template=’ProductCarousel’ store=’libreriamo-21′ marketplace=’IT’ link_id=’9914c8da-dff4-4ea8-86b8-0ebc52265c2c’]

Caterina Soffici

Vorrei fare due consigli. Il primo è Richard Powers, Il sussurro del mondo, La Nave di Teseo. Il Pulitzer 2019 per la Letteratura non poteva cadere in mani migliori. Un libro consigliato a lettori forti, appassionati ambientalisti, umani selvatici che amano le storie e la natura. Lo spunto è una sequoia gigantesca che deve essere abbattuta, ma attraverso gli alberi si racconta il mondo e gli intrecci degli uomini che lo abitano.

Il secondo è il libro più divertente che ho letto quest’anno: Giacomo Papi, Il censimento dei radical chic, Feltrinelli. In un futuro non troppo dispotico, la parola e la cultura sono il trucco delle élite per ingannare il popolo. Gli intellettuali sono i nuovi nemici, da uccidere. Le parole troppo complicate discriminano, da abolire. Divertimento allo stato puro.

[amazon_link asins=’8893449021,8807033356′ template=’ProductCarousel’ store=’libreriamo-21′ marketplace=’IT’ link_id=’15dff50f-c3a3-4e17-bb61-0e7513eee3e9′]

Antonio Forcellino

Io augurerei ai lettori di passare un po’ di tempo con un libro che rimango ideale per le feste L’opera di Emile Zola. Abbastanza drammatico da favorire la digestione dei torroni ma anche curioso da spingere noi festaioli intorpiditi dalle cerimonie familiari a uscire per vedere un dipinto o una mostra… magari quella che ho curato io alla Farnesina su Leonardo a Roma. Buone feste a tutti.

[amazon_link asins=’8811362229′ template=’ProductCarousel’ store=’libreriamo-21′ marketplace=’IT’ link_id=’f2796d7d-1582-4f8e-93e8-31c07a8e60ef’]

Paolo Paron

C’è un libro che ho trovato molto carino e in linea con il Natale, che vi vorrei segnalare: Il gatto che leggeva Dickens di Stefania Conte, edito da Morganti Editori, è piacevole, curioso e simpatico. Un caro Augurio di Buon Natale e di un Buon 2020.

[amazon_link asins=’8895916964′ template=’ProductCarousel’ store=’libreriamo-21′ marketplace=’IT’ link_id=’225b0ad6-750d-434b-a14e-810e69854a23′][amazon_link asins=” template=’ProductCarousel’ store=” marketplace=” link_id=’9d1067e7-aa05-4e91-bd13-bffb9eaf7d93′]

Andrea Vitali

Per questo Natale, vi consiglio un libro speciale. Si chiama Tutto per la patria e l’autore è Martìn Caparròs. Auguri a tutti i lettori di Libreriamo, Andrea

[amazon_link asins=’8806242296′ template=’ProductCarousel’ store=’libreriamo-21′ marketplace=’IT’ link_id=’7cfb9994-676b-410a-bc90-87c8d468827b’]

Nunzia Penelope

Dopo il 2018 “annus horribili”, e dopo questo 2019 che doveva essere “bellissimo”, l’augurio per il 2020 è che sia almeno decente: ci si accontenta, dai. (Ma pure se fosse una mezza schifezza, si può rimediare scappando dentro un libro. Leggere salva la vita, sempre).

Il mio consiglio di lettura salva-vita per le feste: 

Le Vedove di Malabar Hill”e La pietra lunare di Satapur, i due romanzi della scrittrice indiana Sujata Massey con protagonista Perveen Mistry: personaggio delizioso, giovane avvocata- investigatrice caparbiamente femminista, alle prese con misteriosi delitti nella Bombay degli Anni 20. 

[amazon_link asins=’8854517526,8845911764′ template=’ProductCarousel’ store=’libreriamo-21′ marketplace=’IT’ link_id=’ad6f12a8-71e8-4d4b-9113-513d43e4c4e1′] [amazon_link asins=’8854519138′ template=’ProductCarousel’ store=’libreriamo-21′ marketplace=’IT’ link_id=’2885021d-6f37-4f2c-924e-42b103b14c97′]

Donatella Di Pietrantonio

Chiunque tu sia, buon anno a te e a chi ami. E per questo Natale, vi consiglio In tutto c’è stata bellezza di Manuel Vilas.

[amazon_link asins=’8823522455′ template=’ProductCarousel’ store=’libreriamo-21′ marketplace=’IT’ link_id=’4600fed4-425c-46ca-ad7b-529c9090c3a9′]

 

© Riproduzione Riservata
Commenti