Natale 2013, i consigli di lettura delle scrittrici

Cosa c'è di meglio, con l'inizio dell'inverno e l'arrivo del Natale, che destinare finalmente alla lettura quel tempo che nel resto dell'anno non riusciamo proprio a trovare? Per scegliere attentamente con chi, o meglio con che libro, trascorrere questi giorni, ecco i consigli di alcune scrittrici nostrane...

MILANO – Cosa c’è di meglio, con l’inizio dell’inverno e l’arrivo del Natale, che destinare finalmente alla lettura quel tempo che nel resto dell’anno non riusciamo proprio a trovare? Per scegliere attentamente con chi, o meglio con che libro, trascorrere questi giorni, ecco i consigli di alcune scrittrici nostrane, cui seguiranno domani quelli dei colleghi uomini…

Chiara Gamberale – Scrittrice, conduttrice radiofonica e televisiva. Collabora con La Stampa, il Riformista e Vanity Fair. Il suo ultimo libro è “Per dieci minuti” (Feltrinelli).
IL CONSIGLIO: Julian Barnes, “Livelli di vita” (Einaudi).
«Perché fa quel male che poi fa bene. E intreccia parole e storie con rara maestria, coltivando sempre la profondità.»

 

Margherita Oggero – scrittrice e insegnante italiana. Il suo ultimo libro è “Perduti tra le pagine” (Mondadori)
IL CONSIGLIO: Yasmina Reza, “Felici i felici” (Adelphi)
«Racconti i cui personaggi si rincorrono da una storia all’altra, finendo col costruire un romanzo a più voci. Una scrittura di abbagliante bellezza. Un’invidia!»

 

Beatrice Masini – giornalista, traduttrice e scrittrice italiana. Il suo ultimo libro è “Tentativi di botanica degli affetti” (Bompiani)
IL CONSIGLIO: Paul Harding, “Enon” (Neri Pozza)
«Enon è un luogo, un piccolo paese del new England, luogo della sofferenza di Charlie Crosby, nipote del protagonista de L’ultimo inverno, il primo romanzo di Harding. E questo libro segue un anno della sua vita, l’anno dopo la perdita dell’unica figlia ragazzina. Le stagioni specchiano e riverberano le forme del dolore in un modo che solo gli scrittori angloamericani sanno maneggiare con una grazia così lancinante.»

 

Mariapia Veladiano – scrittrice italiana. Il suo ultimo libro è “Il tempo è un dio breve” (Einaudi)
IL CONSIGLIO: Etty Hillesum, “Lettere (1941-1943)” (Adelphi) 
«Amo Etty per la fede libera, perché racconta una santità quotidiana che dice di no al male. Dice che si può dir di no al male sempre e nella bufera che confonde tutto si può trovare la forza in noi, non da soli, ma in noi, dentro, una forza che non si sa di avere.»

 

Rosa Teruzzi –  scrittrice italiana. Il suo ultimo libro è “Il prezzo della bellezza” (Rusconi)
IL CONSIGLIO: Stefania Bertola, “Ragazze mancine” (Einaudi)
«Due ragazze si incontrano, come per caso, in autogrill. Adele si è impegnata tutta la vita per sposare un uomo ricco, ma il marito imprenditore ha dichiarato bancarotta e l’ha lasciata in miseria, fuggendo con la sua amante bielorussa. Eva, invece, è un’adorabile post-hippie che non fa calcoli in amore: infatti non ha lavoro, vive in casa di una zia suora e ha avuto una bambina da un componente di una band finlandese (i componenti, veramente, sono tre e il nome del padre incerto). Cosa produrrà la loro convivenza? Quale delle due imparerà di più dall’altra?
Lo consiglio perché è un romanzo tenero e umoristico, con una giusta dose di leggerezza perfetta per iniziare il nuovo anno. E poi, nei libri della Bertola, leggerezza e pensiero vanno sempre a braccetto.»

 

Simona Sparaco – Scrittrice e sceneggiatrice italiana. Il suo ultimo libro è “Nessuno sa di noi” (Giunti)
IL CONSIGLIO: Melania Mazzucco, “Sei come sei” (Einaudi)
«Mi è piaciuto moltissimo. Lo stile di Melania è raffinato e tagliente, la storia da lei raccontata sa entrarti dentro in maniera sottile ma efficace. E’ uno di quei libri che non finiscono quando li chiudi.
Mi sta piacendo molto anche ‘Gli sdraiati’ di Michele Serra, se hai un figlio adolescente non puoi non leggerlo. Mio figlio ha ancora un anno, ma diciamo che mi sto preparando per il futuro.»

 

Sara Rattaro – Scrittrice e sceneggiatrice italiana. Il suo ultimo libro è “Non volare via” (Garzanti)
IL CONSIGLIO – 1: Laura Bonalumi, “La bambina con i capelli di luce e di vento” (Fanucci Editore) «Sia per adolescenti che per le loro mamme perchè insegna che per avere una passione può salvarti la vita. È una storia intensa e dolce con un profondo insegnamento che si legge in un soffio.»
IL CONSIGLIO – 2: Emanuela Abbadessa, “Capo Scirocco” (Rizzoli)
«Perchè parla di un amore profondo che può condurre alla pazzia e di quella passione che riesce a portarti così in alto da sentirti quasi volare poco prima di precipitare giù al suolo. Lo fa con l’arte di chi la Sicilia la ama esattamente com’è ma che sa anche che mai potrà domarne i sentimenti, quelli veri e più umani. »
IL CONSIGLIO – 3: Loredana Limone, “Borgo Propizio” (Guanda)
«Perchè sarà un viaggio nel mondo dei piccoli borghi nei quali si nascondo personaggi divertenti le cui storie si intrecciano in una trama fresca e avvincente. Insegnandoci che non è mai troppo tardi per imparare ad amare, ci regalerà un sorriso.»

 

Michela Marzano – scrittrice, filosofa e politica italiana. Il suo ultimo libro è “L’amore è tutto: è tutto ciò che so dell’amore” (Utet)
IL CONSIGLIO: Melania Mazzucco, “Sei come sei” (Einaudi)
«Perché è una storia piena di tenerezza e di dolore, proprio come la vita, che con le fiabe non c’entra quasi niente.»

 

21 dicembre 2013

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA 

© Riproduzione Riservata
Commenti