Sei qui: Home » Libri » Nasce il Fondo Camilleri, l’archivio con tutte le opere dell’autore siciliano
Fondo Camilleri

Nasce il Fondo Camilleri, l’archivio con tutte le opere dell’autore siciliano

Il Fondo Camilleri conserva tutti i libri dell'autore del Commissario Montalbano, le traduzioni, saggi e tesi di laurea sulla sua opera

Un dono alla città e a chi ama la letteratura d’autore. Nasce a Roma il Fondo Camilleri, in via Corridoni 21. “Sarà un grande fermento culturale – ha affermato il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri – parteciperemo per valorizzare questo straordinario laboratorio, per vedere come si forma un intellettuale e le tante gemme che vi si trovano”. La presentazione è avvenuta questa mattina nella sede Rai di via Asiago.

Il Fondo Camilleri

Andrea Camilleri è stato un grandissimo scrittore, amato profondamente dagli italiani sia per le sue opere e sia per il suo modo di essere attento all’impegno civile. Il Fondo Camilleri è un regalo al Paese, al mondo della cultura e a tutti gli italiani”. Così il ministro della Cultura, Dario Franceschini, alla presentazione del Fondo Andrea Camilleri e dell’Archivio.

“Porterò sempre con me le bellissime chiacchierate in casa sua, di letteratura e di politica, – ha continuato il Ministro – fatte con grande passione e forza critica. La sua mente era un universo e un mare infinito di ricordi, emozioni, segreti, episodi e tensioni. Al Fondo dovrebbe unirsi anche la casa di Camilleri – ha sottolineato Franceschini – che è una parte importante che resta degli scrittori quando ci lasciano. Ne ho viste tante scomparire, andarsene con lo scrittore, invece dovrebbero restare come sono ed essere conservate. Lavoriamo insieme perché sia continuativa l’attività del Fondo e per rendere la casa un luogo accessibile a tutti”. Ha concluso il ministro.

Patrimonio culturale da condividere

Il Fondo Camilleri conserva tutti i suoi libri, le traduzioni, saggi e tesi di laurea sulla sua opera, oltre alla sua biblioteca insieme a 120 faldoni, la documentazione organizzata per sezioni: gli inediti, le 60 regie teatrali, i saggi delle sue classi di regia, i lavori in Rai come regista della programmazione radiofonica dei contenuti di prosa, oltre 350 tra sceneggiature e le produzioni televisive. La prima mostra curata nello spazio di via Corridoni, dal titolo “Il corso delle cose. Andrea Camilleri e il suo archivio”, ha il coordinamento scientifico di Andreina, Elisabetta e Mariolina Camilleri, figlie dello scrittore, e di Patrizia Severi, archivista e curatrice della mostra.

© Riproduzione Riservata