Sei qui: Home » Libri » Autori » Maria Martello insegna l’arte del relazionarsi
Il libro

Maria Martello insegna l’arte del relazionarsi

Nel suo nuovo libro “Costruire relazioni intelligenti, A relazionarsi si impara... ma nessuno lo insegna!” Maria Martello ci dà ottimi consigli

Abbiamo intervistato Maria Martello, formatrice alla Mediazione per la risoluzione pacifica dei conflitti secondo il modello umanistico-filosofico e autrice del nuovo libro “Costruire relazioni intelligenti, A relazionarsi si impara… ma nessuno lo insegna!”. Con il suo approccio moderno e innovativo ci insegna a creare nuove e autentiche relazioni.

La relazione nell’essere umano

Il libro “Costruire relazioni intelligenti, A relazionarsi si impara… ma nessuno lo insegna!” è un volume rivoluzionario e necessario per tutti. Di stampo filosofico, questo libro vuole aiutarci ad imparare un nuovo metodo per costruire relazioni autentiche. Scritto con una lingua chiara e semplice, offre un laboratorio operativo per un lettore attivo e protagonista. Oggi abbiamo fame di relazioni, quelle relazioni che la pandemia ci ha tolto, afferma Martello. L’essere umano, infatti, è portato a relazionarsi, siamo attratti dai rapporti di cui non possiamo fare a meno, tuttavia, gestiamo queste relazioni senza le giuste conoscenze. Non esiste, se osserviamo, una formazione alla relazione interpersonale. Nessuno ci ha mai detto che si può imparare a relazionarsi, così lo facciamo seguendo l’istinto.

Per mettersi in gioco nelle relazioni serve serietà e coraggio

Costruire relazioni intelligenti

La delicatezza è fondamentale per relazionarsi con l’altro, bisogna rispettare la libertà di essere dell’altra persona. Il libro, spiega Maria Martello, accompagna il lettore a sperimentare cosa succede dentro di sé, non da regole o ricette per l’individuo, ma input per elaborare un pensiero proprio ed efficace per stare in una relazione. Le varie istruzioni sono una modalità deludente per l’essere umano, non funzionano perché le relazioni che intraprendiamo sono sempre originali. Sfatiamo anche il mito che essere socievoli significhi essere bravi a relazionarsi, tutti hanno bisogno di una formazione per relazionarsi con persone diverse.

 

La relazione intelligente

Le relazioni intelligenti sono quelle che fanno bene ad entrambe le parti. Questo è ciò che ci salva dalla solitudine e dalla depressione. Dobbiamo imparare a costruire, costruire una relazione significa porsi come protagonista attivo delle relazioni insieme all’altra persona. Non bisogna accontentarsi di ciò che accade, ma dobbiamo far accadere ciò che desideriamo. La pandemia ci ha cambiati e ha aumentato il nostro bisogno di relazioni, non dobbiamo però tornare a relazionarci come facevamo prima, perché lo facevamo in modo banale e superficiale. Dobbiamo innovare il metodo di sviluppare le relazioni. Le relazioni giuste influiscono anche sulla società che diventa più umana.

Maria Martello

Maria Martello è formatrice alla Mediazione per la risoluzione pacifica dei conflitti secondo il modello umanistico-filosofico, di cui è ideatrice. Ha insegnato Psicologia dei rapporti interpersonali presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia; già Giudice onorario presso il Tribunale per i minorenni e la Corte d’Appello di Milano, è anche autrice di diversi saggi.

Alice Turiani

© Riproduzione Riservata