L'inziativa proposta dalle librerie indipendenti

MaceroNo, l’iniziativa per salvare i libri invenduti

Che succede quando nelle librerie rimangono in giacenza centinaia e centinaia di libri invenduti? Semplicemente, molti di questi, finiscono al macero. A dire basta a questo ‘massacro’ letterario sono state, fino ad ora, quattro case editrici indipendenti...

MaceroNo è un’iniziativa nata dall’unione di quattro case editrici indipendenti che hanno detto basta al massacro letterario dei libri invenduti destinati al macero. Nascono gli spazi autogestiti con la vendita di libri a prezzi scontatissimi

MILANO – Che succede quando nelle librerie rimangono in giacenza centinaia e centinaia di libri invenduti? Semplicemente, molti di questi, finiscono al macero. A dire basta a questo ”massacro” letterario sono state, fino ad ora, quattro case editrici indipendenti che si sono unite per risollevare il triste destino di questi libri: DeriveApprodiEdizioni, Edizioni Alegre, :duepunti edizioni e Elèuthera Editrice, dando vita all’iniziativa #maceroNo

L’INIZIATIVA –  Le librerie indipendenti, fino a un decennio fa luoghi privilegiati della cura e della diffusione della bibliodiversità, stanno subendo una sistematica distruzione o l’assorbimento in quelle di catena di proprietà dei grandi gruppi editoriali. Gli editori indipendenti vedono quotidianamente ridursi gli sbocchi distributivi della loro produzione che si accumula in giacenze il cui costo gestionale diventa insostenibile. Da qui la scelta obbligata di macerare centinaia di migliaia di libri spesso di notevole qualità e pregio. 

MACERO NO – Il primo passo di un tale progetto potrebbe essere la costruzione in ogni spazio autogestito di un evento che offra la possibilità di acquistare a prezzi scontatissimi (3 euro, di cui 2 destinati all’editore e 1 agli spazi ospitanti) i libri di alcuni editori destinati al macero.

GLI APPUNTAMENTI – L’iniziativa, che sta rapidamente prendendo piede, anche grazie all’hashtag su twitter #maceroNO, in questi giorni è in contemporanea a Genova, Torino e Marghera, ma sono tantissime le manifestazioni che si sono già tenute in altre parti d’Italia come Roma, Bari, Catania e Milano. Fino al 18 maggio, maceroNo, sarà presente a Genova in occasione della festa di Sant’Elena. Ma il calendario è ricco di appuntamenti, e per rimanere aggiornati su tutti gli incontri proposti per la salvaguardia del libro destinato al macero, è possibile seguire la fan page su facebook dedicato propro all’iniziativa.

16 maggio 2014
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti