Sei qui: Home » Libri » I 10 libri più venduti della settimana, Dicker, Hoover e Doom sul podio
Classifiche libri

I 10 libri più venduti della settimana, Dicker, Hoover e Doom sul podio

Dall'insuperabile romanzo di Joël Dicker al nuovo ingresso di Kathleen Glasgow, ecco i 10 libri più venduti della settimana.

La classifica dei 10 libri più venduti nella settimana che va dal 22 al 28 agosto non ci riserva sorprese, almeno sul podio: Joël Dicker e il suo libro uscito lo scorso maggio, “Il caso Alaska Sanders”, si piazzano infatti di nuovo in testa, seguiti da Colleen Hoover ed Erin Doom. La classifica, elaborata dal Servizio Statistiche di Arianna, studia i dati delle oltre 1650 librerie aderenti al circuito. Scopriamo insieme gli altri titoli presenti fra i 10 libri più venduti della settimana.

I 10 libri più venduti della settimana

1. “Il caso Alaska Sanders” di Joël Dicker

“Il caso Alaska Sanders” conferma il suo enorme successo fra i lettori italiani. Eccolo, infatti, di nuovo al primo posto nella classifica dei 10 libri più venduti nel Belpaese.

L’autore del best seller “La verità sul caso Harry Quebert” è tornato nelle librerie italiane a partire da metà maggio con il sequel del suo capolavoro. Il libro è incentrato su un delitto avvenuto nel New Hampshire nel 1999. Il corpo di una giovane donna viene ritrovato senza vita in riva ad un lago. Marcus Goldman, che nel frattempo ha ottenuto il successo con il caso Quebert, si troverà ad indagare sul caso per cercare di risolverlo, ma si imbatterà nei fantasmi del suo passato.

2. “It ends with us. Siamo noi a dire basta”, di Colleen Hoover

Al secondo posto fra i 10 libri più venduti troviamo un altro successo: “It ends with us. Siamo noi a dire basta”, la storia di Lily Bloom e della sua vita ingarbugliata. È una sera come tante nella città di Boston e su un tetto, dodici piani sopra la strada, Lily Bloom sta fissando il cielo limpido e sconfinato.

Per lei quella non è una sera come tante. Poche ore prima, ha partecipato al funerale del padre, un uomo che non ha mai rispettato, che le ha strappato l’infanzia e Atlas, il suo primo amore. Mentre cerca di dimenticare quella giornata tremenda, viene distratta dall’arrivo di Ryle Kincaid, un affascinante neurochirurgo totalmente concentrato sulla carriera e sull’evitare qualunque relazione.

3. “Fabbricante di lacrime”, di Erin Doom

Erin Doom è sempre presente nelle classifiche dei 10 libri più venduti della settimana con il suo “Fabbricante di lacrime”, da mesi fra i libri più letti in Italia. Questa settimana, il libro si trova al terzo posto fra i libri più acquistati dagli italiani. 

Tra le mura del Grave, l’orfanotrofio in cui Nica è cresciuta, si raccontano da sempre storie e leggende a lume di candela. La più famosa è quella del fabbricante di lacrime, un misterioso artigiano dagli occhi chiari come il vetro, colpevole di aver forgiato tutte le paure e le angosce che abitano il cuore degli uomini. Ma a diciassette anni per Nica è giunto il momento di lasciarsi alle spalle le favole tetre dell’infanzia. Il suo sogno più grande, infatti, sta per avverarsi. I coniugi Milligan hanno avviatole pratiche per l’adozione e sono pronti a donarle la famiglia che ha sempre desiderato.

4. “Come uccidono le brave ragazze” di Holly Jackson

Al quarto posto della classifica dei 10 libri più venduti in Italia durante la settimana troviamo “Come uccidono le brave ragazze”, il romanzo di Holly Jackson ambientato nella cittadina di Little Kilton nel 2012.

Andie Bell, una delle ragazze più popolari della scuola, viene uccisa. O meglio, scompare, e il suo corpo non verrà mai ritrovato. L’assassino è Sal Singh, compagno di scuola e amico della vittima: la polizia e tutti in città ne sono convinti. Il suo suicidio a qualche giorno di distanza ha cancellato tutti i dubbi. Ma Pippa Fitz-Amobi, che al tempo dei fatti aveva dodici anni e che ora si prepara a fare domanda per il college, non ne è per niente sicura. Quando sceglie di studiare il caso come tesina di fine anno, comincia a scoprire segreti che qualcuno in città vuole disperatamente che rimangano tali. E se l’assassino fosse davvero ancora là fuori?

5. “Spatriati” di Mario Desiati

“Spatriati”, il romanzo con cui Mario Desiati ha conquistato i giudici nell’ultima edizione del Premio Strega, si piazza al quinto posto della classifica dei 10 libri più venduti in Italia.

Claudia è solitaria ma sicura di sé, stravagante, si veste da uomo. Francesco è acceso e frenato da una fede dogmatica e al tempo stesso incerta. Lei lo provoca: lo sai che tua madre e mio padre sono amanti? Ma negli occhi di quel ragazzo remissivo intravede una scintilla in cui si riconosce. Da quel momento non si lasciano più.

A Claudia però la provincia sta stretta, fugge appena può, prima Londra, poi Milano e infine Berlino, la capitale europea della trasgressione; Francesco resta fermo e scava dentro di sé. Diventano adulti insieme, in un gioco simbiotico di allontanamento e rincorsa, in cui finiscono sempre per ritrovarsi. Mario Desiati mette in scena le mille complessità di una generazione irregolare, fluida, sradicata: la sua.

Quella di chi oggi ha quarant’anni e non ha avuto paura di cercare lontano da casa il proprio posto nel mondo, di chi si è sentito davvero un cittadino d’Europa. Con una scrittura poetica ma urticante, capace di grande tenerezza, dopo “Candore” torna a raccontare le mille forme che può assumere il desiderio quando viene lasciato libero di manifestarsi. Senza timore di toccare le corde del romanticismo, senza pudore nell’indagare i dettagli più ruvidi dell’istinto e dei corpi, interroga il sesso e lo rivela per quello che è: una delle tante posture inventate dagli esseri umani per cercare di essere felici.

«A volte si leggono romanzi solo per sapere che qualcuno ci è già passato». Claudia entra nella vita di Francesco in una mattina di sole, nell’atrio della scuola: è una folgorazione, la nascita di un desiderio tutto nuovo, che è soprattutto desiderio di vita. Cresceranno insieme, bisticciando come l’acqua e il fuoco, divergenti e inquieti.

Lei spavalda, capelli rossi e cravatta, sempre in fuga, lui schivo ma bruciato dalla curiosità erotica. Sono due spatriati, irregolari, o semplicemente giovani. Un romanzo sull’appartenenza e l’accettazione di sé, sulle amicizie tenaci, su una generazione che ha guardato lontano per trovarsi.

6. “Il rosmarino non capisce l’inverno” di Matteo Bussola

Al sesto posto della classifica dei 10 libri più venduti della settimana troviamo invece “Il rosmarino non capisce l’inverno”, un commovente romanzo in cui Matteo Bussola racconta le contraddizioni dei rapporti umani. 

 Una donna sola che in tarda età scopre l’amore. Una figlia che lotta per riuscire a perdonare sua madre. Una ragazza che invece non vuole figli, perché non sopporterebbe il loro dolore. Una vedova che scrive al marito. Una sedicenne che si innamora della sua amica del cuore. Un’anziana che confida alla badante un terribile segreto. Le eroine di questo libro non hanno nulla di eroico, sono persone comuni, potrebbero essere le nostre vicine di casa, le nostre colleghe, nostra sorella, nostra figlia, potremmo essere noi.

Fragili e forti, docili e crudeli, inquiete e felici, amano e odiano quasi sempre con tutte sé stesse, perché considerano l’amore l’occasione decisiva. Cadono, come tutti, eppure resistono, come il rosmarino quando sfida il gelo dell’inverno che tenta di abbatterlo, e rinasce in primavera nonostante le cicatrici. Un romanzo in cui si intrecciano storie ordinarie ed eccezionali, che ci toccano, ci interrogano, ci commuovono.

7. “Kaiju No. 8. Vol. 4” di Naoya Matsumoto

Conquista il settimo posto in classifica fra i 10 libri più venduti della settimana “Kaiju no.8. Vol. 4”.

In Giappone il tasso di comparsa di kaiju è tra i più alti al mondo, tanto che enormi creature portatrici di distruzione lo invadono quasi quotidianamente. Kafka Hibino, che ora lavora per un’impresa specializzata nello smaltimento delle carcasse dei kaiju, un tempo aspirava a diventare un membro delle Forze di Difesa, le unità speciali incaricate di sopprimere i mostri e difendere il Paese.

Un giorno, però, un misterioso organismo si introduce nel corpo di Kafka, trasformandolo in quello che le Forze di Difesa battezzeranno col nome in codice di “Kaiju No.8”… Ha inizio la saga dell’uomo che divenne un kaiju.

8. “Sulla tua parola. Messalino. Settembre-ottobre 2022” di Paolo Mojoli

Il Messalino dedicato al bimestre settembre-ottobre 2022 si piazza invece all’ottavo posto fra i 10 libri più venduti della settimana. Si tratta di un sussidio bimestrale semplice, completo e prezioso, che favorisce nel fedele una partecipazione attiva e proficua alla celebrazione quotidiana dell’Eucaristia.

È pensato sia per i sacerdoti che per i laici; sia per chi partecipa ogni giorno alla Santa Messa sia per coloro i quali, non potendovi partecipare ferialmente, desiderano, tuttavia, accostarsi alla Parola di Dio proclamata in quel giorno nelle assemblee liturgiche. Gli approfondimenti sulle vite dei santi sono poi un interessante arricchimento spirituale e un invito a imitare il loro esempio.

9. “Cambiare l’acqua ai fiori” di Valérie Perrin

In nona posizione fra i 10 libri più venduti in Italia troviamo un grande ritorno, “Cambiare l’acqua ai fiori”, il romanzo che ha reso celebre la scrittrice francese Valérie Perrin. 

Violette Toussaint è guardiana di un cimitero di una cittadina della Borgogna. Ricorda un po’ Renée, la protagonista dell’Eleganza del riccio, perché come lei nasconde dietro un’apparenza sciatta una grande personalità e una vita piena di misteri. Durante le visite ai loro cari, tante persone vengono a trovare nella sua casetta questa bella donna, solare, dal cuore grande, che ha sempre una parola gentile per tutti, è sempre pronta a offrire un caffè caldo o un cordiale.

Un giorno un poliziotto arrivato da Marsiglia si presenta con una strana richiesta: sua madre, recentemente scomparsa, ha espresso la volontà di essere sepolta in quel lontano paesino nella tomba di uno sconosciuto signore del posto. Da quel momento le cose prendono una piega inattesa, emergono legami fino allora taciuti tra vivi e morti e certe anime, che parevano nere, si rivelano luminose.

10. “E poi ci sono io” di Kathleen Glasgow

Concludiamo la classifica dei 10 libri più venduti della settimana con un nuovo ingresso, “E poi ci sono io” di Kathleen Glasgow. 

Charlotte Davis ha diciassette anni ed è ricoverata nell’istituto psichiatrico di St. Paul, nel Minnesota. Suo padre è morto, la sua migliore amica l’ha lasciata sola, e la madre non ha alcun interesse nei suoi confronti. Sopportare il dolore è impossibile, e l’autolesionismo sembra l’unica soluzione: quando il vetro appuntito le tocca il braccio, dentro la ragazza si fa largo una specie di sollievo.

Al St. Paul Charlie incontra tante giovani donne come lei, sole, ognuna intrappolata in un diverso dolore; c’è chi non vede l’ora di uscire di lì e chi invece vorrebbe restare al riparo fra quelle mura. E quando arriva il momento delle dimissioni, Charlotte non sa proprio dove andare. Proverà allora a ritrovare la speranza nella lontana Arizona, in un viaggio per riscoprire se stessa, fra nuovi progetti, un lavoro in una tavola calda e incontri inattesi. Un racconto dalle tematiche forti, una storia di sofferenza e rinascita che insegna a non perdere mai la speranza. 

© Riproduzione Riservata