consigli di lettura

I libri da leggere per sentirsi meno soli consigliati dai librai

Rita Bergami e Paola Cristofori della libreria Testaperaria consigliano i libri da leggere in questo periodo per dar voce alle emozioni che in questo periodo stiamo vivendo
testaperaria

In questi giorni consigli legati ai libri da leggere arrivano da più parti: autori, case editrici, giornalisti, scrittori, esperti. Noi abbiamo voluto chiedere cosa leggere in questo giorni a Rita Bergami e Paola Cristofori, proprietarie di Testaperaria . Si tratta di una libreria specializzata per bambini e ragazzi, nata nel centro storico di Ferrara nel dicembre del 2017. È frutto di un progetto coltivato nel tempo e riflette l’idea di uno spazio libero, da assaporare senza fretta. La libreria organizza laboratori creativi, narrazioni e incontri con l’autore, ospita classi e partecipa a manifestazioni.

Libro alleato prezioso

“Al momento le attività di promozione della lettura sono sospese in relazione a ciò che sta avvenendo causa emergenza Coronavirus. – raccontano le proprietarie – Ma crediamo che, soprattutto in questo periodo, l libri da leggere possano essere ottimi compagni per le nostre giornate. La lettura può essere un alleato prezioso per dare voce alle emozioni che un po’ tutti – grandi e piccoli – stiamo in qualche modo sperimentando.”

I libri da leggere

Abbiamo scelto di consigliare tre libri da leggere che sono arrivati da poco sui nostri scaffali e che secondo noi colgono alcuni degli aspetti che questo periodo sta mettendo in luce: la paura che finalmente lascia spazio ad emozioni altre, lo scorrere del tempo e il valore delle persone amiche e dell’intimità della propria casa.

E se… ?, di Anthont Browne, Camelozampa, 2020.

Joe è stato invitato per la prima volta ad una festa di compleanno, ma ha perso l’invito e non sa a quale numero civico si trovi la casa del festeggiato.
Insieme alla mamma percorre tutta la via, sbirciando dentro alle finestre delle case e dando voce e forma ai suoi timori. Finché, una volta trovata la casa, Joe si lascia accogliere dagli amici e si rende conto con sollievo che la sua paura può finalmente dissolversi per lasciare spazio ad altri sentimenti.
Un piccolo capolavoro di Anthony Browne, capace di guardare dentro l’animo umano e di restituirne tutta la varietà di sfumature emotive. Ogni finestra cattura un momento ed esprime un’incertezza del protagonista, finchè ogni timore si stempera nella luce di una porta socchiusa.

Le cose che passano, di Beatrice Alemagna, 2019.

Tra i libri da leggere “Le cose che passano” di Beatrice Alemagna. L’autrice passa in rassegna una serie di cose destinate a passare, a trasformarsi, ad andarsene: il sonno, le ferite, la musica, i pidocchi, i pensieri neri, il fumo, la paura, le foglie, i capelli e così via.

La concretezza delle cose tangibili si mescola all’astrazione delle emozioni impalpabili, tutto accomunato dalla tendenza a evolvere, a scorrere, a cambiare. Con efficacia e leggerezza insieme, questo albo ci regala l’idea della mutevolezza di tutte le cose e la fugacità della vita diventa un concetto a misura di bambino, pur mantenendo integra tutta la sua profondità e complessità.

L’ospite inatteso, di Antje Damm, Terre di Mezzo, 2019.

Elsa non ama la compagnia e vive isolata tra le quattro mura della sua casetta grigia. Un giorno, un aereoplanino di carta entra dalla finestra e poco dopo un bambino bussa alla porta.
Da quel momento nella vita di Elsa si affaccia una novità e niente sarà più come prima.

Un albo sulla scoperta dell’altro, sulla bellezza di abbattere le proprie barriere per lasciare spazio ai ricordi, ai colori, alla condivisione di momenti, al gioco, all’amicizia. La meravigliosa trasformazione della casa di Elsa, che piano piano prende i colori del suo mondo interiore, sempre più brillante, sempre più acceso, è una vera festa per gli occhi.

© Riproduzione Riservata
Commenti