Il ruolo dei libri

Leggere le fiabe ai bambini li prepara per andare a scuola

Leggere le fiabe ai propri figli è un vero e proprio toccasana per migliorare le loro capacità di apprendimento e prepararli alla scuola
leggere-libri-ai-bambini

Leggere le fiabe ai bambini non è soltanto un modo per farli addormentare. Ma un vero e proprio toccasana per la loro formazione. A sostenerlo è uno studio pubblicato sul The Journal of Developmental and Behavioral Pediatrics dai ricercatori della Ohio State University. Ascoltando una fiaba ogni sera, il vocabolario di un bambino si arricchisce velocemente, preparandolo alla scuola e migliorandone il rendimento scolastico. 

Leggere le fiabe arricchisce il vocabolario

Secondo lo studio, i bambini in età prescolare a cui vengono lette cinque fiabe al giorno iniziano la scuola con un vocabolario molto più ricco e variegato, rispetto ai loro coetanei a cui i genitori non leggono libri. Questa ricerca nasce a partire da un problema piuttosto significativo nelle scuole americane, dove si registra un netto divario nel rendimento scolastico fra i bambini che provengono dalla fasce abbienti e quelli che arrivano, invece, da situazioni più disagiate. Leggere le fiabe ai bambini potrebbe dunque costituire una soluzione piuttosto semplice a una questione complessa. 

Leggere vuole dire apprendere meglio

Dallo studio emerge che a un vocabolario ristretto corrisponde, infatti, una maggiore difficoltà di apprendimento. Tenendo conto che il 25% dei genitori americani ammette di non aver mai letto un libro ai proprio figli, la questione assume una portata significativa. Per chiarire la relazione tra vocabolario e lettura nei bambini di età inferiore ai 5 anni, i ricercatori hanno prima identificato i 100 libri per bambini più comuni. Poi, a partire da 30 di questi, hanno calcolato quante parole contenevano. Si parla di circa 140 parole per i libri illustrati e 228 per i libri cartonati.

Che cos’è il Million word gap

I bambini a cui sono stati letti circa 5 libri al giorno hanno ascoltato oltre 1,4 milioni di parole prima di andare alle scuole elementare. Non leggere le fiabe ai bambini implica, invece, per loro una notevole perdita. A fronte del dato precedente, il bambino a cui non sono stati letti libri avrebbe sentito solo 296.600 parole prima di cominciare la scuola. Un divario notevole che i ricercatori hanno definito con il termine di “Million word gap”. 

Via: The Journal of Developmental and Behavioral Pediatrics

 

 

 

 

© Riproduzione Riservata
Commenti