Leggere fiabe su Facebook

Leggere fiabe ai bambini su Facebook, l’iniziativa del libraio di Bari

Per fronteggiare la chiusura di scuole e libreria e la relativa mancanza di attività legate alla lettura, il libraio Carlo Picca ha deciso di leggere fiabe e pubblicarle su Facebook
Leggere fiabe ai bambini su Facebook, l'iniziativa del libraio di Bari

Leggere fiabe per bambini e pubblicare i video su Facebook per intrattenerli e non lasciarli soli in questo delicato periodo dovuto all’emergenza Coronavirus. Per fronteggiare la chiusura della propria libreria e delle scuole, e la relativa mancanza di attività legate alla lettura, arriva una bella idea di Carlo Picca, libraio per bambini, titolare della Libreria Odusia di Rutigliano in provincia di Bari.

Leggere fiabe ai bambini

Carlo sta mettendo su con tanta buona volontà una serie di video dove legge storie ai bimbi da pubblicare sul profilo Facebook della sua libreria. Leggere fiabe rappresenta un modo per allietare i pomeriggi di quei bambini più piccoli, costretti a restare in casa in questa difficile situazione. Si tratta di racconti presi da una bellissima raccolta di fiabe italiane. Leggere fiabe, e in generale la lettura a distanza, possono essere un validissimo strumento per rallegrare un po’ i bambini. 

Lettura dolce compagnia

L’iniziativa è stata lanciata sulla pagina Facebook della Libreria Odusia con un primo video dove il libraio lancia un messaggio chiaro ai piccoli lettori. “Mi mancate parecchio bimbi, non poter venire a scuola a leggervi qualche storia, non avervi qui in negozio ad ascoltarle mi rende un po’ triste ma fanno bene mamma e papà a tenervi a casa in questi giorni. Leggere fiabe è un’occasione per riempire il pomeriggio dei bambini con un po’ di dolce compagnia in un momento in cui la scuola e la lettura non può essere abbandonata a sé stessa.  Per essere tutti meno tristi vi leggo qui una piccola e simpatica storia, quella di Tizzoncina, presa da una bellissima selezione di fiabe e favole provenienti da tutta Italia. Spero vi faccia un po’ di dolce compagnia! E se vi piace ve ne leggerò un’altra!”

 

 

© Riproduzione Riservata