Leggere diventa social. La promozione della lettura attraverso Facebook (terza parte)

Dopo il primo ed il secondo appuntamento, terza tappa del nostro viaggio alla scoperta delle pagine Facebook che promuovono la lettura e i libri...

Terza parte della nostra inchiesta su come viene promossa la lettura e i libri su internet, e in particolare sul social network per eccellenza: Facebook

MILANO – Dopo il primo ed il secondo appuntamento, terza tappa del nostro viaggio alla scoperta delle pagine Facebook che promuovono la lettura e i libri. Disponibili e sensibili a condividere e segnalare tutto ciò che riguarda libri e cultura, abbiamo chiesto ad altre tre amministratrici in cosa consiste la loro attività e qual è il riscontro da parte dei propri fan….

COINVOLGERE I LETTORI – Angelica Lagrotta, amministratrice della pagina “Amo i libri”, sottolinea in che modo all’interno del suo spazio si propone di parlare di libri e promuovere la lettura. “Mi impegno a mettere recensioni e frasi sui libri, sperando di coinvolgere sempre di più i lettori. La pagina cresce molto quindi suppongo sia gradito il mio lavoro, amo leggere e cerco di diffondere questo mio piacere a più persone possibili!!!! Ho avvicinato alla lettura amici e parenti, spero di riuscire anche con più persone, infondo che mondo è senza i libri?”

LIBRERIA SOCIAL – Oltre a far parte dei blogger di Libreriamo, Claudia Magnasco è amministratrice della pagina “Per chi ama leggere”. “Nella mia pagina, per promuovere la lettura, nel corso del tempo, ho creato degli album in cui inserire le schede dei libri, con relative copertine, per poi mostrarle ai miei iscritti. In genere domando loro se hanno già letto un certo libro e li invito a lasciare un parere, così da poter eventualmente stimolare la curiosità di altri utenti. Ho creato per esempio l’ album dedicato ai libri di recente pubblicazione, poi c’ è quello che contiene le schede libro dei Classici della letteratura italiana e straniera, l’ album dedicato ai gialli e ai thriller e quello che comprendere le schede dei libri per i più giovani. E altri ancora. Ho riscontrato che è un buon metodo”.

L’IMPORTANZA DEL PASSAPAROLA – Una pagina, quella gestita da Claudia Magnasco, che cresce, anche grazie alla condivisione dei contenuti con altre pagine amiche. “Come è naturale, condivido nella mia pagina notizie e articoli vari da altre pagine che promuovono la lettura. Il passaparola credo sia un buon modo per divulgare l’ amore per i libri e la lettura. Poi uso pubblicare passi dei libri che mi hanno maggiormente colpito e capita di frequente che un utente mi dica che quel dato libro non lo conosce, pur amando l’ autore e a quel punto si incuriosisce e legge anche quello”.

SCAMBIO DI OPINIONI – Laila, amministratrice di “Libri: una passione“, spiega le origini della sua fanpage. “La pagina è nata con lo scopo di riunire tutti coloro che amano i libri… e vuole essere uno spazio dove gli appassionati possono dare consigli sui libri da leggere, scambiarsi opinioni sui libri già letti, condividere la passione per determinati generi”.


DIFFONDERE E FAR APPREZZARE
– L’amministratrice illustra in che modo interagisce all’interno della pagina. “Cerco di promuovere la lettura facendo conoscere gli autori, i generi narrativi, le storie… insomma, tutte le opere scritte pervenute sino ad oggi. Il fine è quello di diffondere, far scoprire, far apprezzare la letteratura, gli autori in tutte le loro forme. I miei “sforzi” sono appagati dal forte riscontro dei miei fans e questo mi fa capire che ci sono ancora (fortunatamente) moltissime persone che leggono! Colgo l’occasione per ringraziare tutti i miei “seguaci” per il sostegno, l’adesione, la condivisione, la complicità… Sono i pilastri di “Libri: una passione”.

16 luglio 2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti