ddl lettura

Legge sul libro, arriva il sì dal Senato

L'annuncio delle principali novità da parte del ministro Dario Franceschini. Levi (AIE): “Con questa legge a perdere saranno i lettori
Legge sul libro, arriva il sì dal Senato

Il Senato ha approvato in via definitiva il disegno di legge per la promozione e il sostegno alla lettura, la cosiddetta legge sul libro, dopo l’approvazione della commissione Cultura della Camera lo scorso 29 gennaio.

Cosa cambia

Le novità del ddl lettura sono state riassunte dal Ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini in un tweet: “3,25 milioni in più per il Tax credit librerie, nasce la capitale italiana del libro, promozione nelle scuole, sconto massimo al 5% per sostenere le piccole librerie”. Ora il ministro promette di mettersi al lavoro anche per una legge sull’editoria.

Il commento dell’AIE

“Con questa legge a perdere saranno i lettori”. Commenta così, amaro, il presidente dell’Associazione Italiana Editori (AIE). “Imponendo la riduzione degli sconti sui prezzi di vendita – ha sottolineato -, questa legge peserà sulle tasche delle famiglie e dei consumatori per 75 milioni di euro, mettendo a rischio 2mila posti di lavoro. Non è ciò che serve in un’Italia in coda alle classifiche europee per la lettura”. “Per contrastare e compensare gli effetti di questa legge – ha proseguito – si impongono adesso, subito, misure di sostegno alla domanda, prime tra tutte il rafforzamento della 18App, la carta cultura per i diciottenni, e la detrazione fiscale per l‘acquisto dei libri.

© Riproduzione Riservata
Commenti