Il tweet della Rowling

J.K. Rowling cita Ippocrate e si schiera a favore degli infermieri

J.K. Rowling in un tweet esprime la propria solidarietà con gli infermieri di Denver, scesi per strada per bloccare manifestanti anti-lockdown
J.K: Rowling cita Ippocrate e si schiera a favore degli infermieri

“Esistono soltanto due cose: scienza ed opinione; la prima genera conoscenza, la seconda ignoranza.” J.K. Rowling cita in un tweet Ippocrate per esprimere la propria solidarietà agli infermieri di Denver.

La cronaca

Nello specifico, alcuni operatori sanitari dell’ospedale cittadino, in camice e mascherina, sono scesi in strada per fermare un corteo di automobili organizzato contro le misure di contenimento.  Mentre i dimostranti, senza mascherina, suonavano il clacson e urlavano loro di spostarsi, gli infermieri sono rimasti immobili, con le braccia incrociate. 

La solidarietà verso gli infermieri di Denver

A solidarizzare con gli infermieri è intervenuta anche J.K. Rowling, la celebre scrittrice e ideatrice della saga di Harry Potter. Nel tweet in questione, la scrittrice ha pubblicato anche una foto emblema della protesta, scattata da Alyson McClaran. Un gesto di solidarietà raccolto anche dai follower della Rowling. Uno di questi ha twittato così “Tutte queste persone che parlano di scienza come se fossero laureate, ma non sanno nemmeno come funziona la trasmissione. Il mio preferito è il pedone che tocca il braccio dell’infermiera. modo per mostrare in cosa consista la distanza sociale.”

L’incubo legato al Coronavirus

Sempre oggi su twitter J.K. Rowling ha raccontato il brutto sogno che ha avuto la scorsa notte, definito dall’autrice stessa “l’incubo più elaborato della mia vita la scorsa notte”. Protagonisti un serial killer con un martello, una scienziata che lavora su un vaccino contro il Coronavirus e diverse sotto-trame. Tra queste, il salvataggio di una scimmia da una sporgenza della finestra. Durante una pausa tra un omicidio e l’altro, la Rowling avrebbe avuto anche il tempo per portare fuori a pranzo Emma Watson. “Emma voleva andare in un ristorante, ma il ristorante sembrava un grande magazzino. – si legge in un altro tweet sempre della Rowling – Successivamente sono tornata in laboratorio dove si trovava il serial killer ed Emma è scomparsa.” Che sia uno spunto per una nuova serie di libri?

 

© Riproduzione Riservata
Commenti