LIBRI - A Mosca, chi usa i trasporti pubblici guadagna un e-book gratis

In Russia arriva la Biblioteca Virtuale nelle metropolitane

Si dice che in Russia, o meglio a Mosca, ci sia un alto tasso di incidenti stradali. Forse per questo, direttamente dal Cremlino è arrivata l’idea di un’iniziativa che probabilmente farà felici tutti gli appassionati lettori. Per invogliare i cittadini all’utilizzo dei trasporti pubblici...

La tendenza era partita in America, come sempre, arrivando fino a Londra. Ora, un’altra grande capitale europea è scesa a patti con la tecnologia. In Russia, nasce la biblioteca virtuale a disposizione di tutti quelli che sceglieranno di usare i mezzi di trasporti pubblici

MILANO – Si dice che in Russia, o meglio a Mosca, ci sia un alto tasso di incidenti stradali. Forse per questo, direttamente dal Cremlino è arrivata l’idea di un’iniziativa che probabilmente farà felici tutti gli appassionati lettori. Per invogliare i cittadini all’utilizzo dei trasporti pubblici e, insieme, per divulgare la cultura e la lettura di testi, arrivano le biblioteche virtuali.

COSA SONO – I lavori per portare la wifi anche nei gelidi sotterranei russi dovrebbero terminare per la fine dell’anno. Non è certo questa la novità, visto che molte altre capitali europee hanno portato la tecnologia nelle metropolitane. Mosca però ha voluto regalare ai suoi cittadini anche un valore aggiunto: ovvero quello di poter leggere gratuitamente ebook.

BIBLIOTECA VIRTUALE – Non è la prima volta che vi parliamo delle Biblioteche Metropolitane. Tempo fa, infatti, vi avevamo raccontato dell’esempio proposto in America dagli studenti della MiamiAdSchool. Ora, l’idea arriva anche a Mosca.  Grazie alla wifi i cittadini avranno accesso gratuito alla biblioteca digitale cittadina: all’interno dei vagoni saranno applicati gli sticker degli eBook disponibili, come fossero esposti in biblioteca, e saranno dotati di QR-codes per scaricarli gratuitamente su Tablet e cellulare.

5 novembre 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti